F1 2014: la Mercedes richiama Brawn! Alonso: “Loro imprendibili”

Formula 1: clamoroso! Wolff richiama Brawn in Mercedes

da , il

    F1 2014: la Mercedes richiama Brawn!

    L’avventura in Formula 1 di Ross Brawn potrebbe ricominciare ben prima del previsto. Ma non in Ferrari come si era vociferato nelle settimane passate bensì di nuovo in Mercedes. A riaprire le porte del team di Brackley all’ex team principal è Toto Wolff che, nel corso di un’intervista al Telegraph, conferma la stima nei confronti del britannico e chiarisce che sia stato lui a volersi prendere un anno sabbatico:“Ha vissuto anni duri fino al 2012, perché c’erano altissime aspettative su di lui. Ha, quindi, iniziato a chiamare nuove persone nei ruoli chiave. Buona parte dei successi di oggi sono anche merito suo per cui è un peccato che non ne faccia parte. Lo vorremmo con noi nei prossimi weekend per vedere cosa sta succedendo ed avere una sua opinione. Ci ha promesso che lo farà. Ci sentiamo spesso. Penso che la sua esperienza ci manchi soprattutto nelle fasi cruciali delle gare”, ha ammesso il capo della scuderia Mercedes.

    BASTA CLICCARE QUI!

    Prosegue la battaglia tra Hamilton e Rosberg

    Mentre la Mercedes finge di aver bisogno di Ross Brawn, alla maliziosa mente dello scrivente pare solo una trovata per sottrarre un tecnico di spessore alla concorrenza. Intanto, all’interno del team tiene banco la rivalità – fino ad oggi ancora amichevole – tra Hamilton e Rosberg. “Sono un perfezionista e non mi accontento di vincere con pochi decimi sul secondo – ha dichiarato il pilota inglese ad Autosport – nell’ultimo GP in Spagna potevo fare di più e quello deve essere il mio obiettivo”. Tanti anni di insuccessi hanno dato una fame unica a Lewis che ora vorrebbe vestirsi da cannibale prenditutto come se già non fosse reduce da 4 vittorie consecutive su 4 gare che lo hanno visto arrivare al traguardo. “Nel 2013 ho vinto qui - ha aggiunto Nico Rosberg commentando l’imminente fine settimana del GP di Monaco – sono nato e cresciuto tra queste strade per cui sarebbe molto bello ripetere quel risultato e tornare in testa alla classifica mondiale proprio qui. Sono ottimista dopo i test che ho svolto a Barcellona, perché abbiamo fatto dei progressi sia in frenata che nelle partenze”.

    Alonso: “Mercedes è di un’altra categoria”

    Sentire Nico Rosberg che parla di buoni progressi fatti dalle Mercedes in aree che erano ritenute punti deboli come la frenata e la partenza, fa correre un brivido gelido lungo le schiene degli avversari che già vedono le frecce d’argento come monoposto di un altro pianeta. Di un’altra categoria, come direbbe Fernando Alonso:“Noi non siamo stati abbastanza veloci, non siamo mai stati primi in griglia e siamo terzi in campionato. La Mercedes è di una categoria diversa mentre noi siamo primi o secondi esclusi loro. Ovviamente questo non porta a nessun premio ma dimostra che siamo comunque competitivi. Il divario di prestazioni con loro è grande ma noi abbiamo ancora l’obiettivo di lavorare duro sulla macchina per render loro la vita difficile”.

    [sondaggio id="439"]

    Twitter: @pierimanuel

    Paddock Girls MotoGP Le Mans 2014