F1 2014, Massa:” ho smesso di fare il servo”. Alonso: “Felipe a volte più forte di Schumacher”

Dichiarazioni importanti rilasciate da Felipe Massa e il suo periodo in Ferrari al termine del GP d'Australia di F1 2014

da , il

    GP Australia F1 2014: incidente al via tra Kobayashi e Massa

    Finito il primo Gran Premio stagionale di Melbourne è tempo di qualche commento pepato post gara. Felipe Massa, l’ex pilota della Ferrari, ha voluto ribadire il suo nuovo ruolo in Williams dove sarà il leader del team e non più il “servo” degli altri come è spesso accaduto durante la sua lunga militanza nella squadra di Maranello. La prima apparizione con la nuova scuderia però non è stata molto fortunata, con un incidente al via (Kobayashi l’ha tamponato) che ha compromesso l’intera gara. Per il brasiliano Massa, intervistato dalla Bild Nico Pohl, il primo bilancio nel nuovo team è più che positivo. Dopo il salto le sue dichiarazioni.

    Le parole di Felipe

    “Sono felice di non aver rinnovato in Ferrari perchè non avevo più voglia di fare il servo. A volte mi venivano fatte delle richieste strane che non capivo. Un pilota deve correre sempre per vincere e se non ti viene data questa opportunità tanto vale fare questo mestiere. Per fortuna a Grove sono considerato un pilota e sarò il leader del team. La macchina è veloce e il propulsore Mercedes sembra affidabile, sono fiducioso per la stagione.”

    La domanda che sorge spontanea è: Riuscirà Felipe ad essere continuo e a tenere a bada il suo compagno di box Bottas? il finlandese, 24 enne, nel primo weekend è parso in forma, ha chiuso quinto in Australia ed ha battagliato con le Ferrari durante il gp per le posizioni di vertice. La monoposto targata Williams sembra un prodotto ben fatto che potrebbe ambire alla lotta per il titolo. Sarà pronto Felipe a questo ruolo di leadership o diverrà, dopo Schumacher, Raikkonen e Alonso, “servo” anche di Bottas?

    Alonso: “Felipe a volte più forte di Schumacher”

    Fernando Alonso, nel post gara australiano, ha voluto analizzare il rapporto con il suo nuovo compagno di squadra Kimi Raikkonen. “L’anno scorso Kimi è stato a lungo in lotta per il titolo seppur guidasse la Lotus che non era un team di primissimo livello.” Analizza il pilota spagnolo “ sono felice del suo arrivo perchè mi entusiasma sempre lottare contro piloti di altissimo valore. Con Felipe Massa ho avuto un rapporto stupendo, abbiamo passato 4 anni fantastici e mi auguro che lo stesso rapporto si possa creare con Kimi. Massa è un grande pilota e penso che quest’anno possa dire la sua. Qualche anno fa, ai tempi di Schumacher in Ferrari, spesso è stato più veloce del tedesco e questo è dimostrazione di qualità”.

    Prima gara e già record per Kvyat

    La stagione appena incominciata ha già stabilito un nuovo record storico. Si tratta del pilota più giovane andato a punti nella storia. Il record di Sebastian Vettel è stato migliorato da Daniil Kvyat, classe 1994, pilota russo della Toro Rosso. Il russo, decimo sul traguardo, si è ritrovato al nono posto dopo la squalifica di Ricciardo. “Non ci credo ancora” analizzata entusiasta Kvyat “in qualifica siamo riusciti ad entrare nella Q3. Durante la partenza sono stato un po’ disordinato, poi una volta trovato il mio ritmo sono riuscito a mantenere un buon passo. Nel finale potevo anche migliorare la mia posizione ma ho dovuto risparmiare il carburante. Non mi aspettavo di segnare un punto all’esordio in Formula 1.” Il russo sembra un predestinato, la carta d’identità è dalla sua parte per un futuro roseo in Formula 1.

    Paddock girls GP Australia F1 2014