F1 2014, McLaren: Dennis ritorna al timone! Whitmarsh sarà ancora al muretto?

La stagione 2014 di F1 sarà di transizione

da , il

    F1 2014, McLaren: Dennis ritorna al timone! Whitmarsh sarà ancora al muretto?

    La stagione 2014 di Formula 1 sarà di transizione. Ma in tempi brevi la McLaren risorgerà. Statene certi. Il primo tassello si chiama Honda. La collaborazione con i nipponici vedrà il battesimo della pista solo nel 2015 ma, intanto, si stanno muovendo a livello societario pedine molto importanti. La notizia più eclatante, in tal senso, è il ritorno di Ron Dennis come amministratore delegato al posto di Martin Whitmarsh. Gli ultimi 5 anni non sono stati ricchi di risultati. E allora? Si torna al passato. All’uomo del glorioso passato. All’uomo capace di far rinascere più volte dalle proprie ceneri una delle scuderie più titolate di tutti i tempi. E, per un team che vede la luce in fondo al tunnel, ce n’è un altro all’opposto: la Lotus fa sapere che è tramontata la trattativa con gli investitori della Quantum e che ora deve far fronte ad oltre 100 milioni di debiti…

    McLaren: 2014, ritorno al passato

    mclaren 2014 dennis ceo

    Con questo documento pubblicato anche su Twitter, la McLaren ufficializza il ritorno di Ron Dennis a capo dell’intera azienda. Si era defilato con l’idea di occuparsi a tempo pieno del settore stradale. Il suo sogno era far diventare la McLaren una “Ferrari di Gran Bretagna”. Crediamo che sia stata la Honda a volerlo di nuovo schierato in prima fila come uomo garante dei risultati che i giapponesi auspicano raggiungere con il loro ritorno nel 2015 in qualità di motoristi. “Gli azionisti mi hanno dato l’incarico di tornare a scrivere un nuovo capitolo della storia della McLaren. Sin dalle prossime settimane voglio mettere in atto una revisione completa delle nostre attività al fine di ottimizzarne ogni aspetto – si legge su Autosport – sono emozionato all’idea di ritornare nel ruolo di amministratore delegato e lavorare con i miei tanti colleghi e soci. Vogliamo essere vincenti in qualsiasi cosa facciamo”, ha dichiarato Dennis. La prima testa che potrebbe saltare è quella di Martin Whitmarsh. Per lui, però, si suppone ancora un ruolo all’interno della struttura di Woking.

    [sondaggio id="411"]

    Lotus: 2014, inizio della fine?

    Mancano i soldi della Quantum che dovevano dare nuova linfa e ripianare i debiti. Saranno capaci gli uomini di Gerard Lopez a tenere in piedi la baracca comunque? Il proprietario del team ha dato rassicurazioni in merito al fatto che saranno in grado di prender parte alla stagione 2014 di F1 ma non ha nascosto i problemi. Intervistato da Auto Motor und Sport, ha ammesso che l’accordo con la Quantum è stato annullato in quanto non sono stati versati i soldi promessi ed ha dichiarato:“Abbiamo accumulato circa 137 milioni di euro di debiti ma quasi 100 con la nostra stessa Genii Capital. Lo scorso anno abbiamo lavorato su tre progetti in parallelo e questo ci ha portato a spendere di più. Ora possiamo concentrarci solo su quello del 2014 per cui anche la forza lavoro richiesta sarà minore. Inoltre, tutti i costi di quest’anno saranno coperti dall’accordo con lo sponsor PDVSA”. Lopez ha anche smentito che la Lotus possa essere nuovamente riassorbita dalla Renault.