F1 2014: Mercedes: il titolo tra Hamilton e Rosberg sarà deciso dall’affidabilità?

Formula 1: la Mercedes ammette che il titolo 2014 tra Hamilton e Rosberg potrebbe essere deciso dai problemi di affidabilità anziché dalle qualità dei piloti

da , il

    mercedes lotta hamilton rosberg f1 2014

    Il bello di Toto Wolff, capo della scuderia Mercedes di Formula 1, è che non fa troppi giri di parole. Neppure quando deve ammettere i propri problemi. Prima ha spiattellato in mondovisione, a caldo, la rabbia nei confronti di Nico Rosberg per l’incidente con Lewis Hamilton nel Gran Premio del Belgio. Ora ammette placidamente che l’affidabilità è un vero punto dolente per la W05. Tanto da poter essere la sorte, sotto forma di problema tecnico imprevisto, anziché il merito, a decidere chi tra i due piloti si porterà a casa il titolo iridato in questa stagione 2014. Visto il livello altissimo dei due, il rischio è che non siano i duelli in pista a fare la differenza. Bensì le sfighe.

    Wolff: “Assurdo se titolo deciso dall’affidabilità”

    “C’è stato un guasto alla colonna dello sterzo. Abbiamo provato a cambiare volante ma non è servito. Poi Nico è stato fermato per evitare il pericolo di perdita di pezzi in pista”, ha spiegato Toto wolff ad Autosport commentando il GP di Singapore 2014. “Mi darebbe fastidio un titolo assegnato per l’affidabilità per cui dovremmo fare di tutto per evitare situazioni di questo tipo. Non sarebbe giusto che avessimo un pilota campione solo perché l’altro si è ritirato. Abbiamo un gruppo dedicato a queste questioni che sta lavorando sodo e nei confronti del quale nutro piena fiducia”, ha aggiunto il manager austriaco. Ricordiamo che, verosimilmente, Nico e Lewis arriveranno vicini in classifica fino all’ultima gara dell’anno che assegnerà punti doppi. Pertanto un ritiro ad Adu Dhabi ed una vittoria del rivale potrebbe addirittura pesare 50 a 0 vanificando tutti i punticini difficilmente messi da parte nelle altre 4 gare.

    LE PAROLE DI HAMILTON POST SINGAPORE

    Rosberg: “Mettiamo presto in bacheca il titolo costruttori”

    “Sarebbe bello toglierci di mezzo il problema del titolo costruttori”, ha dichiarato Nico Rosberg. Il tedesco, al di là del ritiro di Singapore, ha perso un po’ di smalto da quando ha ricevuto la ramanzina per il contatto ravvicinato con Hamilton in Belgio. Nico sa che mostrare i muscoli in pista al rivale è un modo per mettergli maggiore pressione e portarlo all’errore. Al momento, però, non può esagerare. Lewis, dal canto suo, replica:“E’ stato un anno con continui alti e bassi per me quanto a distacco in classifica e con il solo obiettivo di arrivare in vetta. Ora che sono davanti non voglio cambiare approccio. Vado in Giappone con l’intento di fare ancora il massimo dei punti”.