F1 2014, Mercedes: “Rosberg ammonito!” Al prossimo errore rischia grosso

Formula 1: Rosberg, Hamilton e la Mercedes si sono incontrati per chiarire i fatti di Spa in Belgio! Ne sono uscite fuori cose interessanti

da , il

    rosberg hamilton spa mercedes f1 2014

    La Mercedes ha preso veramente male la mancata doppietta nel Gran Premio del Belgio 2014 di Formula 1 causata da un contatto tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton. Il pilota tedesco è stato immediatamente indicato come colpevole dell’accaduto e, dopo un incontro chiarificatore avvenuto a mentre fredda nella sede di Brackley, ne è uscito con un’ammonizione tutt’altro che simbolica e la minaccia che saranno prese decisioni estreme qualora si ripeta qualcosa di analogo. Inizialmente il capo del team Toto Wolff pensava persino di togliere ai due piloti la libertà di darsi ancora battaglia ma è stato l’intervento del boss supremo del Gruppo, Dieter Zetsche, a fargli cambiare idea.

    Ammonizione ora. Espulsione poi?

    Nico ha riconosciuto la sua responsabilità nell’incidente e chiesto scusa per l’errore di valutazione. Sanzioni disciplinari adeguate sono state prese. La Mercedes conferma il proprio impegno per corse combattute e corrette perché questo è il modo giusto per aggiudicarsi il Mondiale. È stato chiarito che un altro incidente simile non sarà tollerato”, ha dichiarato Toto Wolff. All’incontro era presente anche Paddy Lowe. Il concetto che hanno voluto far passare è questo: non ci devono essere contatti tra i due piloti. Mai e in nessun caso. Altrimenti saranno dolori. Wolff ha persino lasciato intendere che chi infrangerà le regole rischierà di essere lasciato a piedi per il successivo weekend.

    Hamilton: “Tutto chiarito anche con Nico”

    Lewis Hamilton deve recuperare a Nico Rosberg 29 punti. Dopo l’incontro pare che all’interno del team sia tornato il sereno:“Ci sono ancora delle buone basi per lavorare assieme - ha dichiarato il pilota inglese nel comunicato ufficiale di casa Mercedes - Siamo in una grande squadra con dei ragazzi che hanno lavorato tantissimo per darci una vettura competitiva. Non dobbiamo dimenticarcelo. Entrambi abbiamo ammesso di aver fatto degli errori nell’incidente di Spa. Non penso che si debba puntare il dito. L’importante è comportarci da squadra e capire che si vince e si perde tutti assieme. Ne usciremo più forti”.

    Le scuse di Rosberg arrivano su Facebook

    Nico Rosberg ha rimesso i bollenti spiriti a posto ed ha, invece, parlato tramite il suo account Facebook:“Ho pensato molto in questi giorni a quello che è successo nel Gran Premio del Belgio e ne ho discusso con la squadra. Ho già ammesso il mio dispiacere ma ma, dopo l’incontro di oggi con Toto, Paddy e Lewis, voglio fare un passo in avanti e dire che è stato un mio errore di valutazione. La prima regola tra compagni di squadra è non entrare in contatto e, invece, è esattamente quello che è successo. Mi dispiace per la squadra, Lewis e i tifosi che sono stati privati della battaglia tra di noi”. Rosberg ha ribadito che sia lui che Hamilton hanno ora ricevuto indicazioni ancor più stringenti su come comportarsi in pista:“Abbiamo una importante responsabilità nei confronti della squadra e dobbiamo prenderla molto seriamente”.