F1 2014 news: pace fatta tra Lewis Hamilton e la Mercedes

Formula 1 2014 News: incontro chiarificatore tra la squadra Mercedes e Lewis Hamilton dopo il famoso team radio durante il Gran Premio di Ungheria

da , il

    L’ordine di scuderia impartito a Lewis Hamilton nel corso del Gran Premio d’Ungheria 2014 di Formula 1 fa ancora discutere. In effetti, la decisione del muretto box delle frecce d’argento ha lasciato perplessa la stragrande maggioranza del pubblico e degli addetti ai lavori. Il più incredulo di tutti è stato il pilota britannico che ha pensato bene di ignorare il messaggio. Dopo una riunione all’interno del team, è stato deciso di ribadire pubblicamente le ragioni di questa mossa strategica e di confermare che i piloti sono liberi di combattere a patto che rispettino fedelmente quanto chiesto dai loro capi.

    Mercedes: “la scelta era corretta”

    La scelta della Mercedes di chiedere ad Hamilton di dare pista libera a Rosberg era logicamente corretta. Un pilota andava per le due soste mentre l’altro era sulle tre. Sicuramente se Lewis si fosse fatto da parte Nico avrebbe consentito ai tedeschi di massimizzare il loro risultato anziché doversi accontentare di un terzo ed un quarto posto che rappresentano la peggior conclusione dell’anno. Quello che i geni (o scemi, fate voi!) del muretto non avevano considerato è che va gestita anche la rivalità interna tra due piloti che sanno benissimo di essere gli unici in grado di vincere il titolo mondiale. Quest’ultima considerazione ha fatto parte della strategia difensiva di Hamilton ma non ha colpito interamente nel segno: “Con l’uscita della safety car abbiamo diversificato le strategie per i nostri piloti ben sapendo che ad un certo punto si sarebbero incontrati in pista – ha spiegato Toto Wolff – noi credevamo che entrambi sarebbero stati nelle condizioni di vincere e abbiamo cercato di tutelare l’interesse della scuderia. Loro sanno che l’obiettivo principale è fare il massimo per quel che concerne il risultato della squadra”.

    SCOPRI CHI SONO I PILOTI PIU’ PAGATI DELLA FORMULA 1

    Il responsabile del team di Brackley ha quindi ribadito che, per quanto la lotta in famiglia resti aperta, sia Hamilton che Rosberg dovranno farsi trovare pronti a seguire le indicazioni che arriveranno loro via radio in quanto trattasi sempre di mosse che hanno l’unico intento di fare il bene della Mercedes nel suo complesso. “Quanto accaduto in Ungheria deve farci imparare che un nostro pilota non deve disturbare la strategia dell’altro. Con Lewis e Nico è stato rivisto questo punto e ora sono tutti d’accordo”, ha concluso l’austriaco.