F1 2014, Raikkonen:”La Ferrari non è stupida!” – Hamilton: “Qualcuno mi ha copiato…”

Formula 1 2014: clima diverso tra casa Ferrari e casa Mercedes

da , il

    F1 2014, Raikkonen:La Ferrari non è stupida!

    In Ferrari, dove ci sarebbero motivi per essere con i nervi a fior di pelle visto l’avvio di stagione 2014 di Formula 1, sembra regnare la calma. Tutti sono concentrati sul lavoro da fare e remano dalla stessa parte con grande fiducia nelle possibilità di rimonta. Persino linguasecca Kimi Raikkonen si dilunga nel lodare il team:”Non siamo stupidi in Ferrari!”, ha dichiarato ad Autosport. Eh sì, stavolta non ci sono dubbi. Lui non ha detto “scemi”. Né “geni”. Facili ironie a parte, il paradosso racconta che è in Mercedes che potrebbe scoppiare a breve un putiferio. Senza più incertezze, Nico Rosberg e Lewis Hamilton hanno capito che quest’anno saranno loro due a giocarsi il titolo mondiale. Per quanto tempo ancora resteranno amici? L’inglese ha già lanciato un messaggio al rivale:“Qualcuno [senza fare nomi, ce n'era bisogno?] ha studiato bene quello che ho fatto in Malesia dove ho dominato per ridurre il gap dalle mie prestazioni. Ora dovrò fare altrettanto anche io…”

    Raikkonen: “Non siamo stupidi”

    Intervistato da Autosport, Kimi Raikkonen prova a far quadrato attorno alla Ferrari. L’intervento è quanto mai necessario vista l’ennesima delusione rimediata in pista, con l’uscita anticipata dai test del Bahrain per problemi al telaio. “Stando alla carta, quello del Bahrain era il GP più difficile per noi. Ora arriveranno nuove componenti e crediamo ci faranno migliorare. Sappiamo cosa dobbiamo fare e tutti stanno spingendo al 100%. La verità, però, è che ci vuole tempo. Non siamo degli stupidi, abbiamo delle buone cose in dirittura d’arrivo. Purtroppo oggi non è proprio una bella cosa stare a guardare come si sono concluse le nostre gare, ma ho fiducia nella squadra. Anche con altri team in passato ho vissuto dei momenti difficili e sono certo che ci siano ancora i margini per fare bene“, ha dichiarato l’uomo di ghiaccio. Secondo Raikkonen, anche le proprie prestazioni personali in rapporto a quelle di Fernando Alonso miglioreranno:“Adesso sento meglio la macchina. Ho migliori sensazioni anche se i risultati non lo confermano ancora. Sono certo che sarò più competitivo d’ora in avanti”, ha concluso.

    Hamilton: “Che fai? Copi?”

    L’amicizia tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton potrebbe trasformarsi in una delle rivalità più importanti della Formula 1 in questa prima fetta di nuovo millennio. Ancora i due si divertono a prendersi in giro ed a darsi stimoli a vicenda con grande spirito sportivo. Via via che l’obiettivo di diventare campione del mondo si avvicinerà, qualcosa potrebbe cambiare. Qualcosa sta già cambiando:“Dovrò lavorare di più - ha affermato Hamilton ad alcuni giornalisti suoi connazionali – perché in Bahrain il mio vantaggio sugli altri non era come in Malesia. So che qualcuno [Rosberg, ovviamente] mi ha studiato per presentarsi a Sakhir sapendo quali erano le ragioni della mia velocità ed ha utilizzato queste informazioni a suo vantaggio. Penso che ora dovrò fare altrettanto”. Una minaccia? O uno scherzo? Da qui a fine anno ne vedremo delle belle.

    Red Bull e McLaren finiscono in tribunale

    Red Bull e McLaren finiscono in tribunale per una disputa attorno al contratto del nuovo capo aerodinamico di Milton Keynes, Dan Fallows. Secondo Woking, infatti, il tecnico chiamato dai bibitari a sostituire Peter Prodromou (ex braccio destro di Newey in partenza proprio per la McLaren), avrebbe una clausola contrattuale che lo lega ancora a Ron Dennis. Visto che le parti non sono riuscite a fare chiarezza, sarà un tribunale a decidere il destino del tecnico attualmente più corteggiato del Circus.