F1 2014, Red Bull: ritorna l’idea di farsi da sé il motore! Vettel: “Ottimo umore”

F1 2014, la Red Bull pensa davvero a farsi i motori in proprio per la delusione della debacle Renault? Mateschitz insinua il dubbio mentre Vettel sembra rinato dopo il GP d'Australia

da , il

    F1 2014, Red Bull: ritorna l'idea di farsi da sé il motore! Vettel: "Stupito dalla nostra velocità"

    A pochi giorni dalle prove libere del GP di Malesia, il risultato della prima gara della stagione 2014 di Formula 1 dice che anche quest’anno la Red Bull ha sfornato un’ottima macchina ma che manca all’appello l’affidabilità e la potenza del motore Renault per dominare come già fatto dal 2010 in poi. Questa circostanza mette di cattivo umore il patron Dietrich Mateschitz che, non vedendo credibili le chance di lasciare la Renault per bussare alla porta di Ferrari o Mercedes così come buttarsi in un rischioso accordo con la Honda già in strettissima partnership con McLaren dal 2015, inizia seriamente a pensare di farsi un motore in casa! Forse. A ribaltare, però, lo scetticismo del boss del beverone, ci pensa Sebastian Vettel che vede il bicchiere mezzo pieno:“Sono fiducioso, penso che siano già stati fatti importanti progressi”.

    Motore in proprio per la Red Bull?

    Se a dirlo è colui che tutto può, dobbiamo prenderlo sul serio. Soprattutto se lo schivo Dietrich Mateschitz torna più volte sull’argomento. E lo fa di propria iniziativa. Intervistato dall’agenzia di stampa austriaca APA, ha ribadito:“Penso che la nostra macchina abbia bisogno di un motore perfetto per mostrare il vero potenziale. Unica alternativa alla Renault, però, è che ci si costruisca da soli il motore. In ogni caso, penso che verso la terza gara saremo in grado di raggiungere la Mercedes”.

    [sondaggio id="421"]

    Vettel è ancora ottimista

    “4 anni e mezzo su 5 con noi, li ha passati con una macchina vincente. Penso abbia personalità e professionalità per collaborare con il team affinché sia superato il momento difficile”, ha aggiunto Mateschitz commentando i malumori del giovane Sebastian Vettel. Malumori che, in effetti, sono già spariti:“Sono fiducioso e di buon umore, perché il risultato del GP d’Australia mi ha sorpreso ed ha dimostrato che abbiamo una macchina in grado di competere con i migliori. Ogni annata ha i suoi alti e bassi per cui non dobbiamo abbatterci”, si legge sul Bild am Sonntag.

    Anche Horner punta il dito contro la Renault

    L’ottimismo di Sebastian Vettel potrebbe rivelarsi eccessivo. A buttare acqua sul fuoco dei facili entusiasmi è Chris Horner:“Sappiamo di avere una buona base ma anche che ci sono molti problemi da risolvere. Dobbiamo lavorare sodo e velocemente insieme alla Renault. Dal canto nostro stiamo facendo il massimo per dar loro il massimo supporto”. Il team principal della Red Bull conferma che il GP d’Australia è stato, di fatto, una sessione extra di test per loro:“Abbiamo avuto un’ottima occasione per lavorare sulla vettura in modo completo. L’inizio di stagione è stato orribile ma abbiamo già dimostrato di saper recuperare così come è avvenuto nel 2012. Ora la nostra sfida più grande è trovare competitività e affidabilità nella power unit”.

    Twitter: @pierimanuel @derapate

    Riparte il Fanta F1 di Derapate!

    Dopo l’Australia si va in Malesia per la FantaF1, il tradizionale gioco on line di Derapate.it. Se pensi di poter indovinare chi otterrà la pole e i primi otto classificati di ogni Gran Premio, allora non perdere tempo: farlo è semplicissimo, basta cliccare in questo link, mentre il regolamento del gioco, lo trovi qui. Gioca insieme a noi, puoi essere il vincitore dell’edizione 2014 del Fanta F1!