F1 2014, Test Jerez 4a giornata: Massa beffa Alonso. Ferrari affidabile [FOTO]

Tempi, foto e notizie dai test invernali di Jerez

da , il

    Tempo di bilanci dopo la prima sessione di test invernali a Jerez, dove ad attendere le monoposto 2014 ci sono state non poche difficoltà. Non ci si poteva attendere un cambiamento della situazione tecnica in Red Bull dopo tre giorni passati alle prese con problemi di raffreddamento della power unit Renault e anche oggi sono stati costretti a terminare le prove intorno alle 13:00. Ricciardo completa appena 7 giri e si trova in fondo alla classifica dei tempi. Due settimane di tempo prima del Bahrain, dove il team campione in carica dovrà presentarsi con una RB10 già a punto. Anche per la Caterham si sono palesati i problemi con il V6 transalpino e la giornata di Kobayashi si è chiusa con 54 giri all’attivo.

    Altra storia in casa Mercedes, in grado di completare una simulazione gara da 64 giri con Rosberg al mattino, mentre il pomeriggio è stato tutto per Hamilton. Ottime notizie in casa Ferrari, dove Alonso ha portato la F14T a un buon chilometraggio, senza alcun problema tecnico. Piccole novità aerodinamiche e valutazione delle procedure di partenza al mattino, ma il miglior tempo lo stacca a sorpresa Massa con la Williams.

    CLASSIFICA TEMPI TEST JEREZ – 4a Giornata

    1. Felipe Massa -Williams- 1:28.229 -86 giri

    2. Fernando Alonso -Ferrari- 1:29.145 +0.916 -115

    3. Daniel Juncadella -Force India- 1:29.457 +1.228 -81

    4. Lewis Hamilton -Mercedes- 1:30.822 +2.593 -41

    5. Kevin Magnussen -McLaren- 1:31.804 +3.575 -109

    6. Jules Bianchi -Marussia- 1:32.222 +3.993 -25

    7. Adrian Sutil -Sauber- 1:36.571 +8.342 -69

    8. Nico Rosberg -Mercedes- 1:36.951 +8.722 -91

    9. Kamui Kobayashi -Caterham- 1:43.193 +14.964 -54

    10. Daniil Kvyat -Toro Rosso- 1:44.015 +15.786 -8

    11. Daniel Ricciardo -Red Bull- 1:45.374 +17.145 -7

    a cura di: @fabianopolimeni

    Poco prima Massa aveva ritoccato il suo miglior tempo con 1’28″229

    16:55 – Toccata contro le barriere per Magnussen e Kvyat fermo in pista. Bandiera rossa

    16:37 - In questa foto si possono intuire l’apertura ricavata ai lati della copertura del motore, una presa d’aria asimmetrica che va a raffreddare un radiatore aggiuntivo attraverso un condotto a quanto pare. L’orologio Ferrari va preciso e segna 113 giri al momento

    L’affidabilità in Ferrari c’è: 100 giri per Alonso

    16:09 – Bandiera verde.

    15:57 – Magnussen va in testacoda alla chicane al 102mo giro compiuto dalle 9 stamane. Bandiera rossa

    15:42 - 1’29″852 e Massa va in testa alla tabella dei tempi

    Avranno pure tanti problemi di gestione termica della power unit Renault, ma in Red Bull in campo aerodinamico confermano soluzioni già viste nel 2013. Una di queste è il condotto che sposta parte dell’aria da sotto il muso alla parte superiore. Si vede chiaramente il nuovo posizionamento dello sfogo, più ampio rispetto allo scorso anno

    15:30 – Bandiera verde. Semmai servisse la conferma di quanto questi test non dicano nulla sulla prestazione pura, ma vadano letti più nell’ottica della dimostrazione d’affidabilità delle varie macchine, arriva il commento di Nico Rosberg, che prima si dice sorpreso di essere riuscito a coprire così tanti giri, poi spiega: «Non abbiamo idea di dove ci troviamo in termini di velocità, sono i primi giorni ancora. Non è possibile indicare un voto». Interessante poi l’indicazione sul degrado delle gomme intermedie durante il suo long run, Rosberg ha detto che le Pirelli non preoccupano: buon segno.

    Dopo tanto lodare la Mercedes per i giri senza problemi, segnaliamo anche le 88 tornate di Alonso.

    15:18 – Bandiera rossa, la prima esposta oggi. Sutil fermo nella ghiaia.

    15:17 – Fuori giorno anche la Caterham dopo 54 giri: problemi alla power unit Renault

    Alonso è in pista e ha migliorato il suo tempo fino a 1’32″818. Interessanti due aperture nella parte terminale delle pance, in alto, davanti allo scarico: potrebbero servire per convogliare aria nella zona conclusiva del fondo

    14:59 – Sesto crono per Hamilton al primo giro cronometrato, prende il posto di Rosberg, autore della simulazione gara al mattino

    14:35 - Tornando sull’attività in pista, i piloti al momento girano con gomme intermedie e Juncadella si toglie lo sfizio del miglior tempo: 1’33″119. Crono ottenuto con gomme super-soft, a breve potremmo vedere tutti passare alle slick

    Parla Horner. «E’ stato un test molto difficile, abbiamo tanti problemi Renault e altri di raffreddamento del telaio. Comunque, nonostante la mancanza di chilometri, quel che abbiamo imparato ci dice che i problemi dovrebbero essere risolvibili per i prossimi test in Bahrain. Una parte degli obiettivi di questi primi test era di conoscere ogni problema prima dell’avvio del campionato e adesso ci sarà tanto da mettere a fuoco al banco nelle prossime settimane».

    Andy Damerum, poi è sceso ulteriormente nei dettagli: «Abbiamo fatto sette giri con Daniel e ogni volta che andava fuori miglioravamo il controllo del motore. Abbiamo anche sistemato i problemi che erano sorti dalla nostra parte e ottenuto dei progressi. Poi è stato scoperto un guaio meccanico e dopo un’indagine era chiaro che non potevamo risolverlo in tempo per provare oggi pomeriggio, così abbiamo deciso di chiudere anticipatamente, raccogliere i dati e lavorare in vista dei prossimi test. Due settimane sono un tempo lungo in F1 e sono sicuro che noi e la Renault lavoreremo a tutta per risolvere i problemi»

    14:26 - Migliorano le condizioni in pista e dopo aver visto il riferimento di Alonso, tocca a Magnussen ritoccarlo e scendere sul 1’34″0

    A sorpresa, la Caterham inanella 53 giri con Kobayashi.

    14:17 – Riprendiamo con la notizia della Red Bull che ha concluso anche per oggi i test. Ventuno giri in totale nella quattro giorni di Jerez

    12:04 - Rosberg ritocca il miglior tempo, scende a 1’36″951 al 79mo giro

    Affidabilità da trattore per la Mercedes W05: 250 giri in quattro giorni finora. Per dare un’idea, Red Bull 25

    11:49 - Si capisce subito perché Adrian Newey sia volato a casa al tavolo da disegno ieri. Oggi le pance della Red Bull erano così…

    Fonte foto: Auto Motor und Sport

    Finita la simulazione gara di Rosberg: 64 giri e un solo cambio gomme

    11:36 - Rosberg va verso la conclusione della simulazione gara: 61 giri all’attivo e non un intoppo. Il ritmo recentemente è da 1’40″

    Kobayashi migliora e scavalca Sutil. Il contagiri al momento dice:

    Rosberg 54

    Magnussen 24

    Sutil 21

    Kobayashi 19

    Massa 18

    Alonso 17

    Juncadella 8

    Kvyat 8

    Ricciardo 7

    Bianchi 5

    11:20 - 52 giri complessivamente per Rosberg, 21 Sutil e 16 Alonso

    11:11 - Sembrava promettere bene la giornata per la Red Bull, ma Ricciardo è uscito per un out-in e adesso è di nuovo ai box

    11:06 - 1’37″580, migliora il crono Rosberg con gomme nuove

    10:57 - Pit dopo 23 tornate, il totale sale a 42 giri dopo 2 ore di test. Torna poi di nuovo in pista per proseguire la simulazione

    10:56 - L’unico in pista è Rosberg, probabilmente su un long run in simulazione gara (22 giri al momento) o, comunque, potrebbe essere utile per valutare i consumi del V6.

    10:48 - Arriva il primo crono di Alonso: 40.194

    10:37 - Interessante scoprire il lavoro di comparazione portato avanti ieri da Alonso sul diffusore della F14T. Avevamo scovato un’immagine della specifica 2014 con la parte centrale a V, usata da Raikkonen al mercoledì; Ieri Alonso ha montato una soluzione più vicina al 2013, rettilinea per l’intera larghezza del bordo superiore dell’estrattore, sempre con il gurney flap e l’ha alternata con quella testa dal finlandese

    10:28 - Mentre Massa si prepara per tornare in pista sulla Williams con gomme intermedie, arrivano dall’Inghilterra le dichiarazioni di Bernie Ecclestone sui nuovi motori e le difficoltà avute in questi primi giorni di test. L’ottuagenario Bernie, che deve affrontare il processo per l’affaire Gribkowsky ad aprile, dichiara a Sportsmail: «Guardare agli ultimi giorni. L’avevo detto che sarebbe andata così, una farsa completa. La Fia e le squadre hanno insistito su questi nuovi motori, se volevano correre così dovevano andare a Le Mans. Parlano di risparmio di carburante, non gli servono questi motori per ottenerlo: dovrebbero usare motorhome più piccoli e non hanno bisogno di così tanti camion in giro per l’Europa. Mercedes si porta dietro 23 truck ovunque, se davvero volessero risparmiare benzina li fermerebbero. I tifosi vogliono rumore, qualcosa speciale che è tutto in F1: adesso abbiamo motori silenziosi e nessuno in pista». Al buon Bernie, andrebbero ricordate alcune cose. Fermare i camion al seguito fa risparmiare benzina ma non porta ricerca e sviluppo da trasferire sulle ibride di serie; Ridurre i motorhome, quando poi ci sono trasferte continue in ogni angolo del pianeta è un controsenso. Infine, meglio diffidare dei soliti che sanno sempre tutto e partono con il “te l’avevo detto”, gli stessi che parlano di farsa e poi inseriscono il punteggio doppio per l’ultima gara…

    Rosberg in nemmeno 90 minuti ha già coperto 21 giri; Sutil 14

    10:20 - Vanno in pista Rosberg e Alonso; il ferrarista non ha ancora segnato un tempo cronometrato stamane e monta gomme wet. Anche oggi c’è una buona presenza di pubblico sugli spalti, mentre dalla Ferrari comunicano il lavoro della mattinata: “Tante procedure oggi utili al Team e passaggi in pit-lane per provare le partenze della #F14T”

    Kvyat ottiene due giri cronometrati in sequenza, seconda posizione per il promettente pilota Toro Rosso. Resta da capire se i V6 Renault siano impiegati vicino al limitatore o a carichi minori per evitare problemi.

    9:56 - Rosberg continua a girare e migliorare il tempo; Ricciardo al momento è al quinto giro senza problemi.

    Il lineup completo dei piloti impegnati nell’ultima giornata di test è il seguente:

    ROSBERG – Mercedes

    ALONSO – Ferrari

    MAGNUSSEN – McLaren

    RICCIARDO – Red Bull

    KVYAT – Toro Rosso

    JUNCADELLA – Force India

    SUTIL – Sauber

    MASSA – Williams

    KOBAYASHI – Caterham

    BIANCHI – Marussia

    9:41 - Ricordiamo che sulla Caterham oggi torna al volante di una F1 il mitico Kobayashi! Peccato non abbia trovato spazio altrove, dove lo avreste visto bene?

    In pista sembrano essere le curve 5 e 6 quelle più difficili per la quantità d’acqua presente. Juncadella via radio comunica la presenza di pozze e rivoli

    9:34 - Sutil marca il primo tempo di giornata: 1’53″700. E’ battuto dal 45″374 di Ricciardo, in grado finalmente di completare un giro cronometrato.

    9:25 - La temperatura è di 7° C nell’aria, 10° C l’asfalto

    9:19 - Daniil Kvyat rientra ai box e Ricciardo esce per la seconda volta. Red Bull e motorizzati Renault sono i sorvegliati speciali di oggi. Dal canto suo Mercedes, invece, va avanti senza problemi: terza uscita per Rosberg. Stamane la pista è in condizioni che tutti hanno montato le gomme da bagnato estremo nei primi giri.

    Foto Test Jerez – 3a giornata

    9:15 – Installation lap completato anche per Alonso e Ricciardo, con la Red Bull che è riuscita a tornare ai box.

    9:09 - A Jerez piove, i primi piloti a scendere in pista per l’installation lap sono Massa, Rosberg e Sutil. Pioggia “naturale”, niente irrigazione artificiale. In Force India c’è il debutto dello spagnolo Juncadella

    [sondaggio id="415"]
    F1 2014: casco nuovo per Alonso e Raikkonen