F1 2014, test Pirelli di dicembre: 2 team rinunciano!

Scende il numero di team che prenderanno parte ai test del 17, 18 1 19 dicembre in Bahrain per aiutare la Pirelli a realizzare pneumatici meno “problematici” nella stagione 2014 di Formula 1

da , il

    F1 2014, test Pirelli di dicembre: 2 team rinunciano!

    Da 6 a 4. Scende il numero di team che prenderanno parte ai test del 17, 18 1 19 dicembre in Bahrain per aiutare la Pirelli a realizzare pneumatici meno “problematici” nella stagione 2014 di Formula 1. Dalla lista che inizialmente contava Ferrari, Red Bull, Mercedes, Toro Rosso, McLaren e Force India dobbiamo depennare gli ultimi due. Come si legge sul sito di Sky Sports, quelli di Woking hanno reso noto che non saranno presenti sul circuito di Sakhir smentendo quanto affermato in precedenza dalla FIA. Ufficialmente, la motivazione è lo scarso preavviso avuto. In verità, si crede che ci sia ben poco da imparare sulle nuove gomme dato che saranno senza segni di riconoscimento e distribuite “a caso”. In sostanza, i team dovranno solo macinare chilometri senza intervenire neppure sugli assetti e far sì che la Pirelli accumuli dati utili.

    Ferrari con Bianchi e De La Rosa

    La Ferrari ha fatto sapere che i piloti impegnati nel test Pirelli saranno Pedro de la Rosa e Jules Bianchi. Fernando Alonso preferisce farsi dei giri al simulatore prima di salutare tutti e tornarsene in Spagna per il Natale. “Il lavoro di De La Rosa sarà importante per continuare ad indirizzare il lavoro di sviluppo del simulatore iniziato dallo spagnolo nel 2013, mentre nell’ambito delle attività rivolte ai giovani piloti della Ferrari Driver Academy, per Bianchi – impegnato nella giornata conclusiva – sarà l’occasione per dimostrare l’esperienza maturata quest’anno in Formula 1“, si legge sul sito ufficiale della Ferrari. Gli altri team non hanno ancora reso noti i nomi dei loro piloti.

    Sarà rinviato il primo test invernale del 2014?

    Qui abbiamo pubblicato il calendario dei test invernali per la stagione 2014 di Formula 1. L’ipotesi è che il primo appuntamento di Jerez de la Frontera possa essere posticipato di una settimana rispetto al 28 gennaio attualmente previsto. Alcune squadre, Lotus in primis, chiedono altri 7 giorni ammettendo di essere un po’ indietro con la finalizzazione dei loro nuovi progetti. Il mettere un discreto lasso di tempo tra il primo ed il secondo test è una decisione voluta in quanto le scuderie vogliono lavorare bene sull’affidabilità delle loro macchine dopo aver avuto il primo assaggio di pista e prima di spostarsi in Bahrain per la seconda settimana di prove invernali.