F1 2014, ufficiale: arriva il trofeo delle pole position!

La FIA va a tutto vapore

da , il

    F1 2014, ufficiale: arriva il trofeo delle pole position!

    La FIA va a tutto vapore. In vista della stagione 2014 di Formula 1 ha varato altre importanti novità. Una di queste è il pole position trophy, vale a dire il premio per chi ottiene più pole position nell’arco dell’anno. Da una semplice proposta, l’idea è subito finita all’interno del regolamento sportivo. Non si assegneranno punti al termine delle qualifiche. Semplicemente si conterà il numero di partenze al palo ottenute da ciascun pilota a fine stagione. Inutile dire che Sebastian Vettel, eccezion fatta per il 2012, avrebbe dominato questa particolare competizione negli ultimi 5 anni!

    Andando a spulciare le statistiche, troviamo che – qualora questo trofeo fosse stato asseganto sin dalla notte dei tempi – i dominatori sarebbero stati tre: Ayrton Senna, Michael Schumacher e Juan Manuel Fangio con 6 titoli. Mettiamo il brasiliano al primo posto perché sappiamo che fenomeno fosse sul giro secco anche se, per onestà, dovremmo indicare Schumi come leader assoluto. Sia per il suo record di pole position ottenute, sia perché ha corso in alcune stagioni nelle quali il sistema di qualifica non premiava il più veloce ma quello che imbarcava meno benzina in funzione della gara. Non sempre, quindi, in passato, il premio del miglior poleman ha rappresentato effettivamente il pacchetto pilota-macchina più veloce sul giro secco. Scorrendo la classifica di tutti i tempi troviamo, come detto, Sebastian Vettel a 4 titoli dietro solo ai tre già citati ed a Jim Clark con 5. Lewis Hamilton è sesto a quota 3 mentre Fernando Alonso si ferma a 2 così come, tra gli altri, Ascari, Hill, Hakkinen, Mansell, Lauda, Stewart e Prost.

    Una curiosità: il record di pole positon ottenute in rapporto al numero di gare corse spetta a Nigel Mansell nel 1992 con 14 su 16. Altre annate gloriose sono quelle del biennio 1988-’89 con Senna che se ne prende 13 su 16, quella del 1993 con Prost che porta lo stesso risultato e quella del 2011 con Vettel che fa 15 su 19. Come detto, da questi primati manca Schumacher in quanto ha spesso corso con regolamenti per le qualifiche che non davano la pole position al più forte. Si è rifatto, con gli interessi, poi in gara!