F1 2015, Allison: “Resto alla Ferrari finché non sarà vincente”

F1 2015, Allison: “Resto alla Ferrari finché non sarà vincente”
da in Ferrari F1, Formula 1 2017, James Allison, News F1
Ultimo aggiornamento: Martedì 21/07/2015 08:11

    F1 2015, Allison: "Voglio restare alla Ferrari finché non sarà vincente"

    Intervistato da Autosprint, il direttore tecnico della Ferrari, James Allison, mette le cose in chiaro in merito al suo futuro ed alle sue aspettative. Il fatto che la SF15-T stia faticando nel recuperare il gap sulla Mercedes ora che la stagione 2015 di Formula 1 è entrata nel vivo lo ha fatto finire, inevitabilmente, nell’occhio del ciclone. Ma l’idea che sia anche lui una testa da far saltare pare molto lontana dalla realtà. Maurizio Arrivabene crede nel tecnico britannico e pensa che sia lui l’uomo giusto attorno al quale costruire un ciclo vincente. La stessa speranza muove lo stesso Allison che, a sua volta, non ha nessuna intenzione di lasciare Maranello. Non prima, almeno, di essere tornato a quelle vittorie che ha già conosciuto ai tempi di Schumacher quando, però, era uno dei tanti tecnici al servizio di sua maestà Rory Byrne. Ora, rivivere certi successi da responsabile di tutto il progetto, è un’emozione che non vuole perdersi.

    Spero che nessun tifoso Ferrari si sia perso le lacrime di James Allison in diretta Tv mentre commentava a caldo la vittoria di Sebastian Vettel in Malesia. Lì c’era tutto l’amore per il Cavallino Rampante e per il proprio lavoro che un uomo può provare. Intervistato da Roberto Chinchero, il britannico divenuto ormai italiano d’adozione, ammette di avere ben chiaro in testa il suo percorso all’interno di Maranello:“A parte che ho un contratto con la Ferrari per altri anni ma io sono venuto qui per ripetere l’esperienza di vincere con questa squadra, perché è una sensazione unica al mondo. Sono stato qui da giovane ingegnere, ed è stata un’esperienza pazzesca, visto che abbiamo vinto cinque mondiali. La prospettiva di rivivere quei momenti nel ruolo che occupo oggi è qualcosa che vorrei davvero riuscire a fare, una questione di cuore. Starò qui fino a quel momento e spero che la Ferrari voglia lo stesso”.

    Nonostante la Ferrari sia ancora lontana dall’essere vincente, rispetto ad un anno fa ha ora ben più appeal. Nel 2014 sembrava di essere di fronte ad una barca che stava per affondare e c’era una gran fretta, da Alonso in giù, di lasciarla prima che fosse troppo tardi. Ora chi c’è promette amore eterno e chi sta fuori sogna di arrivarci. Kimi Raikkonen non ha nascosto la speranza che gli venga prolungato il contratto, ad esempio. Valtteri Bottas sta facendo carte false per liberarsi dalla Williams, pure. Anche Nico Hulkenberg prova a vendersi l’anima:“Sto bussando alla porta della Ferrari e ci sono stati dei contatti in questi giorni ma niente di importante per ora – ha ammesso – ci sono anche altre opzioni ma è chiaro che la mai priorità è andare nella scuderia più importante del Circus”.

    590

    PIÙ POPOLARI