F1 2015, Alonso: “Niente anno sabbatico, la mia scelta sarà ovvia…”

Formula 1: Alonso fa sapere di aver ormai deciso il proprio futuro e che non andrà incontro ad un anno sabbatico

da , il

    F1 2015, Alonso: "Niente anno sabbatico, la mia sceltà è ovvia..."

    Fernando Alonso spara frasi sibilline in merito alla sua destinazione per la stagione 2015 di Formula 1:“Quando saprete cosa farò, penserete che è la cosa più ovvia”. E poi aggiunge:“Sappiate che non mi prenderò un anno sabbatico. Non resterò a piedi un anno ma al momento giusto comunicherò cosa farò del mio futuro. Ormai la decisione è stata presa da qualche mese”. Le scommesse sono aperte: qual è la cosa più ovvia per il futuro di Fernando Alonso? Andare in McLaren, si direbbe. Tutto il resto avrebbe ormai del clamoroso. Compresa la permanenza in Ferrari grazie all’eventuale e inaspettata approvazione della terza macchina per i top team. In fin dei conti, Vettel permettendo, però, cosa c’è di più ovvio che rispettare il proprio contratto fino alla scadenza del 2016? E come mai in McLaren-Honda dicono di non aver ancora preso una decisione sui loro piloti?

    Alonso: “I tifosi devono avere pazienza”

    “Capisco la curiosità dei tifosi - ha proseguito Fernando Alonso nelle ultime interviste di rito a chiusura del Gran Premio di Russia – ma per non ho nessuna fretta di fare annunci. Posso dire che farò il meglio per il mio futuro visto che sono nella posizione di poter scegliere ma farò anche il bene della Ferrari. Ora chiedo a tutti di rilassarsi, perché al momento giusto saprete la verità”. Contestualmente, l’asso di Oviedo ha anche smentito, al pari di quanto fatto da Mattiacci, che esista una clausola rescissoria nel suo contratto con il Cavallino Rampante.

    Scherzetto McLaren ad Alonso?

    Tra Alonso e Ron Dennis i rapporti sono pessimi. E’ dal 2007 che va così. Come può lo spagnolo tornare nel team McLaren? Bene, grazie agli accordi fatti con Honda e, pare, alla pretesa che il boss della scuderia non si intrometta nelle questioni sportive. La partita sembra giocarsi in questi termini. Per questa ragione Dennis, fintanto che può, gioca al gatto ed al topo con l’asturiano ed il team principal Eric Boullier è costretto a dichiarare:“La nostra questione piloti per il 2015 non è ancora risolta. Ci vuole più tempo del previsto e pensiamo che saremo in grado di fare un annuncio solo per fine stagione. Capisco che non stiamo creando una buona situazione per i nostri attuali piloti ma devo pensare al bene della scuderia e, quindi, devo prendere la decisione migliore in questo senso”. Non è ancora chiaro chi farà posto ad Alonso tra Button e Magnussen. Forse, più che l’indecisione sull’arrivo dello spagnolo, a Woking stanno ragionando se mandare in pensione il loro campione del mondo o liberarsi del giovane Kevin, veloce ma non fenomenale, per sfruttare le capacità di due drivers d’esperienza nell’anno del debutto dei motori Honda.