F1 2015: Alonso ora ironizza sull’incidente a Barcellona!

Formula 1 2015: la McLaren conferma la perdita di memoria di Alonso dopo l'incidente nei test di Barcellona. E lui ora ironizza su twitter mentre in rete c'è un video dei primi soccorsi

da , il

    La McLaren ha confermato, per bocca di Eric Boullier, che Fernando Alonso ha perso la memoria dopo l’incidente nei test di Barcellona. Il pilota salterà la prima gara della stagione 2015 di Formula 1 ma promette di tornare in gran forma già nell’appuntamento seguente in Malesia. E su Twitter ironizza sull’accaduto chiedendo ai suoi followers “Dove vi siete svegliati oggi?”. Intanto per lui arrivano le critiche di Villeneuve che lo definisce vittima del “Complesso di Dio”…

    Commozione cerebrale per Alonso: normale la perdita di memoria

    “Quando c’è una commozione cerebrale sono cose che capitano, sia la perdita di memoria che lo stop di 21 giorni – ha detto Eric Boullier a Sky Sports Uk – Resterà in contatto con noi da casa, farà controlli medici e lavorerà al simulatore”. Come detto, ora che il peggio sembra passato, Fernando Alonso riprende a twittare mettendola sull’ironia.

    #whereDidYouWakeUpToday è l’hashtag che ha lanciato. La promessa è ritwittare le risposte più divertenti. Anche se, ad oggi, nessuno può battere le ricostruzioni giornalistiche che hanno riguardato l’asturiano, tipo “sono un ragazzo che corre nei kart e sogna la Formula 1″.

    Incidente Alonso: il video inedito dei primi soccorsi

    Su youtube ha fatto la sua comparsa un video nel quale si possono vedere i primi soccorsi del pilota. Non risulta ancora nota alcuna immagine dell’impatto sebbene, in un altro video trasmesso anche dalla tv spagnola, si senta il suono dell’impatto e si facciano alcune valutazioni sulla dinamica senza arrivare a conclusioni interessanti.

    GPDA: “Sostegno alla FIA”

    Il punto vero della questione non è come stia oggi Alonso. Sta decentemente. E si rivedrà presto a combattere in pista. Più importante è, semmai, capire come ci è finito contro il muro della curva 3 di Barcellona. Solo fatalità? Sul tema è intervento anche Alex Wurz in qualità di presidente della GPDA. L’austriaco ha escluso una protesta ufficiale in Australia da parte degli altri colleghi in merito all’omertà sull’accaduto e si è detto convinto che non ci sia stato un problema tecnico, leggasi scossa elettrica, alla base dell’uscita di pista. “Ci vorrà del tempo per far luce sulla vicenda. Noi come GPDA daremo il massimo supporto alla FIA”, ha dichiarato Wurz.

    Villeneuve: “Alonso? Ha il Complesso di Dio”

    Intervistato dalla Sport Bild, anche Jacques Villeneuve dice la sua nei confronti di Fernando Alonso. Il pilota più forte in circolazione è normale che catalizzi l’attenzione dei media. L’attuale commentare di Sky va oltre l’incidente e parla del rapporto tra lo spagnolo e la Ferrari:“Gli italiani hanno davvero amato Alonso, ma tutto è andato in pezzi per via delle sue continue critiche alla Ferrari. Se ti danno 30 milioni all’anno, non vuol dire che puoi fare e dire quello che vuoi della tua squadra. Alonso pensava più a Twitter che agli equilibri all’interno della fabbrica. Io lo chiamo il ‘Complesso di Dio’”. Secondo il canadese, Alonso ha avuto un brutto colpo quando Vettel ha annunciato l’addio dalla Red Bull per arrivare in Italia:“Si è visto crollare il mondo addosso. Il tedesco non ha mai criticato la propria squadra e questo dimostra quanto sia diverso da Alonso”. Secondo altri, in verità, Vettel è stata la scelta di ripiego del Cavallino Rampante una volta preso atto che l’asso delle Asturia avrebbe fatto le valige. Ironia del destino, Villeneuve nella sua ramanzina ad Alonso ha trovato persino il modo di lodare il rivale Schumacher:“Vettel condivide con Michael il suo essere sempre dalla parte della squadra. Ma non credo che potrà imitarlo fosse anche solo, perché ora la Ferrari non punta più su un solo pilota”.