F1 2015, Arrivabene: “Ecco come Vettel ha conquistato la Ferrari”

Formula 1 2015: Arrivabene parla di come Vettel è entrato in Ferrari con i suoi pregi ed i suoi difetti mentre avvisa la Mercedes sul pericolo Rosso in ottica 2016

da , il

    Sebastian Vettel è destinato ai record. In un’annata come quella 2015 di Formula 1 in cui la Ferrari non è mai stata in grado di lottare per il titolo mondiale, ha comunque ottenuto il primato di podi raccolti salendo a quota 13 e superando Raikkonen con 12 nel 2007. In verità, però, non sono state solo le prestazioni a permettergli di conquistare stima e fiducia all’interno del box. Il segreto di Vettel lo spiega direttamente Maurizio Arrivabene in un’intervista rilasciata ad Omnicorse:“È un ragazzo che si è buttato nel mondo Ferrari veramente a 360 gradi, quasi a peso morto. Non è arrivato con il piglio del quattro volte campione del mondo, ma con l’atteggiamento di una persona normale. Devo dire che ho visto molti pregi in lui, compreso il fatto che ha un ottimo rapporto con Kimi. Il bello è che loro due si integrano e si aiutano a vicenda. Tutti i ragazzi gli vogliono molto bene e sa farsi volere bene”.

    Ferrari: Vettel inizialmente voleva dettare le sue regole…

    Maurizio Arrivabene stravede per Sebastian Vettel:“E’ stato davvero un grandissimo acquisto”, ha ribadito al termine del GP del Brasile. E’ un punto fermo, forte, sul quale costruire l’assalto finale alle Mercedes. Ma anche il pilota tedesco non è perfetto:“All’inizio si impuntava su certi particolari, ma, quando ha cominciato a conoscere meglio la Ferrari, ha capito che era in una grande azienda e con una grande squadra. Quando sei molto attento ai dettagli e non conosci bene l’azienda, magari pensi che, parlando della tua passata esperienza, puoi portare qualcosa di utile. Ma non è stato così. Credo che questa per lui sia stata una bella lezione che lo ha aiutato a integrarsi ancora di più. Del resto posso dirvi che è un errore che ho fatto anch’io all’inizio: pensavo di arrivare a Maranello e cambiare tante cose. E, invece, la prima cosa da fare era cercare di capire dove ero arrivato”, ha spiegato il direttore della Gestione Sportiva della Ferrari.

    Arrivabene: “Siamo pronti al sorpasso sulle Mercedes”

    A margine del GP del Brasile, Maurizio Arrivabene ha avuto modo di lanciare dichiarazioni estremamente ambiziose verso il box Mercedes. “Il prossimo anno saremo davanti, stia attendo Lauda”, ha scherzato replicando indirettamente al presidente non esecutivo del team di Brackley che prevedeva una Ferrari molto vicina alle sue frecce d’argento. Che nell’ambiente si creda ad una ulteriore crescita della Rossa lo conferma anche Toto Woff:“La mia previsione è che ci sarà una grande sfida tra Mercedes e Ferrari perché loro hanno fatto delle mosse intelligenti e ci hanno ormai raggiunto. Anche alla fine della gara in Brasile si è visto che Sebastian girava con il nostro stesso passo e, nel resto della gara, quando Nico e Lewis spingevano al massimo, hanno raggiunto non più di 7 secondi di vantaggio. Certo è che – ha concluso con una precisazione non del tutto scontata secondo alcuni osservatori – non stiamo tifando per loro affinché la prossima stagione sia più spettacolare”.