F1 2015, Button periodo nero: rubati 450mila Euro e presto licenziato dalla McLaren

da , il

    Si prospetta un mese d’agosto infernale per Jenson Button. Il pilota della McLaren-Honda di Formula 1 è stato anestetizzato e derubato dei suoi gioielli per un valore di 450 mila Euro circa mentre si godeva la pausa estiva con la moglie Jessica Michibata nella sua villa di Saint Tropez sulla Costa Azzurra. Nel frattempo, dall’Inghilterra arrivano delle voci che danno già fatto l’accordo tra la McLaren ed il giovane pilota Stoffel Vandoorne come compagno di squadra di Fernando Alonso nella stagione 2016 di F1. Addirittura, l’annuncio ufficiale potrebbe arrivare già tra due settimane in occasione del Gran Premio del Belgio.

    Rubato quasi mezzo milione alla famiglia Button

    Aver accumulato 450 mila Euro di gioielli e tenerli custoditi nella sola abitazione usata per le vacanze estiva dà la giusta proporzione delle ricchezze nelle quali vivono i piloti di Formula 1. Tuttavia, si tratta di un valore che non può lasciare indifferente nessuno, soprattutto se tra i preziosi c’erano oggetti dall’alto significato simbolico come l’anello di fidanzamento che Jenson Button aveva regalato alla moglie Jessica Michibata. I due sono stati anestetizzati grazie all’inserimento di una sostanza nell’impianto di condizionamento dell’abitazione. Ciò ha permesso ai ladri di agire nelle più completa tranquillità. A dare notizia dell’accaduto è stato direttamente un portavoce del pilota tramite un breve comunicato: “Due uomini si sono introdotti nell’abitazione di Button mentre Jenson e Jessica stavano dormendo ed hanno rubato molti gioielli. Secondo la polizia, gli autori del furto si sarebbero introdotti in casa dopo aver anestetizzato i Button”.

    Button vicino al licenziamento dalla McLaren

    L’estate 2015 potrebbe essere ricordata come la peggiore della storia per Jenson Button. Oltre al furto, il 35enne pilota potrebbe essere presto, prestissimo, senza sedile. Stando a quanto riportano i media inglesi, infatti, la McLaren-Honda annuncerà già in occasione del prossimo Gran Premio del Belgio l’ingaggio di Stoffel Vandoorne come secondo pilota per la stagione 2016 di Formula 1. Il 23enne belga sta dominando il campionato di GP2 con il team ART e fa parte già da alcuni anni del programma giovani della McLaren. Di lui si sente parlare un gran bene da diverso tempo e, vista l’età, è assolutamente arrivato il suo momento. Non si tratta qui di un baby-fenomeno ma di un professionista ormai maturo che ha ben impressionato tutto il team di Woking anche in occasione degli ultimi test che la Formula 1 ha tenuto circa un mese fa sul Red Bull Ring a margine del GP d’Austria. Questa mossa tiene ancora fuori dai giochi l’altro giovane di casa McLaren che risponde al nome di Kevin Magnussen. Il danese gode dell’appoggio di Ron Dennis ma, nel migliore dei casi, sarà destinato a correre per qualche team minore.

    Fotogallery: i licenziamenti più famosi della storia della F1