F1 2015, Button “sorpreso” da Vettel

Dopo il 2014 fallimentare in Red Bull, inattese le prestazioni in Ferrari

da , il

    F1 2015, Button “sorpreso” da Vettel

    A leggere i risultati odierni della Ferrari, non si deve mai dimenticare quali fossero le basi di partenza, con una riorganizzazione totale del team e un progetto 2014 fallimentare. Ritrovarsi così con una costante presenza a podio e addirittura la vittoria in Malesia è decisamente sorprendente.

    Jenson Button è tra quanti rimangono “stupiti” delle prestazioni di cui è stato capace finora Sebastian Vettel, che dalla sua aveva una sfida in più rispetto al team: integrarsi nel metodo di lavoro della scuderia, operazione che gli è riuscita alla perfezione sin dall’inverno. Per seguire il LIVE delle qualifiche del Gran Premio del Canada, BASTA CLICCARE QUI!

    | LEGGI ANCHE: MCLAREN, IN AUSTRIA IL PASSO IN AVANTI |

    «Sebastian per quattro anni ha fatto un lavoro fantastico e molte persone dicevano che era il team a fare qualcosa di grande e lui doveva solo finalizzare», dice Button a F1i.com. Quante volte si è criticato il tedesco dicendo: “Ha la macchina migliore, un’astronave, facile dominare!”. Ecco, in una nuova dimensione, quella Ferrari, certo lontana dalla perfezione tecnica della Red Bull,ha saputo essere una guida per il team ed esprimere al meglio il potenziale in tanti frangenti in cui Raikkonen ha faticato.

    Guardando al passato, Button aggiunge: «Poi è arrivato Daniel (Ricciardo; ndr) e ha fatto un lavoro migliore di Sebastian l’anno scorso, una lavoro decisamente superiore, vincendo tre gare contro nessuna di Sebastian e le sue azioni sono calate enormemente. Ha fatto bene a spostarsi in un altro team e in Ferrari sembra abbia fatto un ottimo lavoro».

    Quel cambiamento d’ambiente che era necessario anche per Alonso, confermato recentemente da Flavio Briatore, sebbene al momento sia chiaro chi abbia fatto l’affare migliore sotto l’aspetto prestazionale.

    «Vincere alla seconda gara è stato impressionante, ovviamente la macchina è molto buona in confronto con quella dello scorso anno di Fernando, però è incredibile come le cose possano cambiare: non mi aspettavo fosse così veloce in Ferrari».

    SBK Donington 2015, paddock girls