F1 2015, ex McLaren Whitmarsh: “Raikkonen è un pilota frustrante”

F1 2015, ex McLaren Whitmarsh: “Raikkonen è un pilota frustrante”
da in Formula 1 2017, Kimi Raikkonen, Martin Whitmarsh, McLaren F1, News F1
Ultimo aggiornamento: Sabato 05/09/2015 13:28

    F1 2015, ex McLaren Whitmarsh: "Raikkonen è un pilota frustrante"

    Martin Whitmarsh è uno che, ai tempi della McLaren, ha lavorato a strettissimo contatto con Kimi Raikkonen conoscendone a fondo pregi e difetti. Sa tutto, ad esempio, delle tensioni tra il finlandese e Ron Dennis così come conosce quanto ci sia mancato poco ad un ritorno a Woking dopo che la Ferrari lo aveva appiedato per fare spazio a Fernando Alonso. Montezemolo disse di Raikkonen che ogni tanto faceva correre il gemello scarso. Arrivabene, pur riconoscendogli grandi doti, sostiene che vada continuamente punto nell’orgoglio per tenere alta la sua concentrazione. Whitmarsh la vede in modo molto simile:“E’ un pilota frustrante poiché non tira fuori mai il suo immenso talento. La gente non sa nemmeno cosa in realtà potrebbe fare…” Per seguire il LIVE delle qualifiche in diretta web del GP Monza F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Intervistato dalla testata Motor Sport, l’ex team principal nonché CEO della McLaren, torna sullo strano caso del sig. Raikkonen:“Kimi non è più in buoni rapporti con Ron Dennis ma io, personalmente, mi sono sempre trovato bene con lui. Siamo anche tornati in trattativa con il suo management prima di prendere Jenson Button ma non c’è stato l’accordo per questioni legate ad aspetti commerciali”. Fatta pace con la storia, Martin Whitmarsh rivela la sua curiosa opinione sull’uomo di ghiaccio e ci aiuta a togliere qualche alone di mistero attorno alla criptica figura del pilota Ferrari:Kimi è un personaggio molto frustrante - ha ammesso – è molto intelligente ed anche in grado di andare molto forte in macchina, ma ha un modo di compromettere tutto che ti fa letteralmente arrabbiare”.

    Sarà grazie a questo suo approccio pacato e disincantato che il Piccolo Principe della Formula 1 piace tanto agli appassionati? Sarà il suo non prendersi mai sul serio, il suo basso profilo, che lo fa preferire agli egocentrici rivali come Alonso o Hamilton? Restando sul piano tecnico, Martin Whitmarsh spiega che Raikkonen non ha mai fatto veramente vedere il suo reale potenziale:Non ha mai messo in pratica tutto il suo talento e non lo sta facendo nemmeno adesso. In definitiva, è davvero un gran peccato. Inoltre, Raikkonen è un tipo di persona molto perspicace e dotata di un particolare senso dell’umorismo che apprezzo molto”.

    Al di là della stima e dei risultati che potranno arrivare, difficilmente Kimi Raikkonen sarà pilota della Ferrari anche dopo il 2016. L’anagrafe dice che le primavere sulle spalle saranno 38. Un po’ troppe per uno che ha come obiettivo il godersi la vita. Un po’ troppe per una scuderia che vuole mettere a fianco di Vettel un altro talento desideroso di battagliare con il coltello tra i denti. In vista della stagione prossima, Kimi è l’uomo giusto che può dare serenità e stabilità ad un progetto destinato a dover crescere ancora molto. Ma nulla più. Tra pochi mesi ricomincerà la girandola di nomi per la sua successione. La speranza dei tifosi della Ferrari è che, al di là dei soliti Bottas o Hulkenberg, possa emergere un candidato diverso, dalle potenzialità di vero campione. Francamente, vedo prematuro un interessamento per Verstappen o Sainz che, oltre ad essere blindati dalla Red Bull, sono troppo giovani. Più probabile, invece, che si faccia matura per l’italiano d’Australia Ricciardo o il romano di Russia Kvyat. Ammesso e non concesso che la crescita del Cavallino non riesca ad attirare un nome ancor più altisonante. Ad oggi impronunciabile neppure in sogno.

    783

    PIÙ POPOLARI