F1 2015, Ferrari: Allison svela alcuni segreti della SF15-T

Formula 1 2015: Allison spiega alcuni punti di forza della Ferrari SF15-T che fanno ben sperare tutto il team per il futuro

da , il

    Dopo la vittoria della Ferrari nel Gran Premio di Malesia 2015 di Formula 1, James Allison è diventato il tecnico più celebrato del Circus. Le sue capacità erano note. Ma l’esser riuscito a far compiere alla Rossa un salto in avanti così ampio ha accentrato ancor di più i riflettori sul suo lavoro. Intervistato da Auto Motor und Sport, ha provato a spiegare come sia stato possibile tale prodigio:Abbiamo una vettura che tratta bene le gomme e, parallelamente, abbiamo un sistema di raffreddamento molto efficiente che ci consente di non dover praticare molto aperture nella carrozzeria. Ciò, probabilmente, rappresenta un bel vantaggio rispetto agli altri”.

    Le parole di Allison

    “Avevamo un passo gara più veloce di circa 1-2 decimi ma non saremmo stati in grado di sorpassare la Mercedes in pista per cui l’ingresso della safety car è stato di grande aiuto per gestire la strategia che avevamo pianificato. Siamo arrivati allo scontro diretto senza affanno”, ha ricordato Allison parlando del GP di Malesia. Quanto all’Australia, secondo il direttore tecnico della Ferrari, i 30” di distacco dalla Mercedes non rappresentavano il vero divario in quanto Vettel è rimasto per molti giri dietro a Massa:“Potevamo essere più vicini se non avessi perso tempo dietro alla Williams per un terzo di gara”. Secondo il britannico, però, sarà difficile vedere spesso Vettel o Raikkonen davanti a tutti. Già tra una settimana a Shanghai sarà una musica diversa:“In Cina sarà dura ripetersi, perché abbiamo molto lavoro davanti a noi prima di poter competere costantemente per la vittoria”.

    La parte interessante del lavoro fatto da Allison sulla SF15-T non è solo nel riuscire a non mettere troppo sotto stress le gomme neppure con 60° C di temperatura dell’asfalto ma di aver dato un’impostazione al progetto che lo rende efficiente in ogni condizione meteo:“Abbiamo tutti gli strumenti necessari per rendere questa nostra caratteristica vantaggiosa anche dove teoricamente non dovrebbe esserlo”.

    Tra le ipotesi di sviluppo futuro, infine, Allison parla di un muso corto allo studio:“Non sarà cortissimo, posso dirlo per certo – ha anticipato - poiché il nostro telaio ha un’impostazione che, altrimenti, ci impedirebbe di superare i crash test”.

    Lotus: “Successo Ferrari è stimolo per tutti”

    James Allison è un uomo ex-Lotus. Altri hanno seguito le sue orme per raggiungere la Ferrari. Il team di Enstone, in tutta risposta, sottolinea i meriti della Rossa anche per rispondere indirettamente ai mugugni di altri team come la Red Bull. “Probabilmente ci sono state delle lamentele affrettate poiché la vittoria di Vettel ha dimostrato che i tedeschi non sono così avanti – ha affermato il team principal Federico Gastaldi – Il nostro compito è di rimboccarsi le maniche e provare ad imporci”. Nick Chester ha aggiunto:“Quanto fatto dalla Ferrari è un esempio per tutti. Il nostro obiettivo è quindi di imitarli, perché ci hanno fatto capire che nulla è impossibile”.

    @pierimanuel