F1 2015: Ferrari non rinnova Raikkonen ma Bottas va in confusione

Formula 1: la Ferrari non ha rinnovato il contratto a Raikkonen entro il 31 luglio ma ciò non significa che le porte di Iceman sono chiuse. Bottas, infatti, sta perdendo quotazioni. Ecco le ultime novità sul mercato della Rossa

da , il

    La Ferrari, rispettando le aspettative, ha fatto scadere lo scorso 31 luglio l’opzione per il rinnovo del contratto di Kimi Raikkonen in vista della stagione 2016 di Formula 1. Ciò non significa che automaticamente arriverà Valtteri Bottas. Tutt’altro. Significa solo che Iceman è libero di trovarsi un’altra sistemazione e andarsene con un’altra scuderia, qualora lo voglia. Il campione del mondo 2007, ha già però detto la sua in vista della prossima stagione: o Ferrari o niente. E allora? Allora Maurizio Arrivabene, mantenendo fede ai suoi propositi, potrà prendersi ancora tutto il tempo che vuole per decidere su quale finlandese puntare. Questa attesa, semmai, fa male al giovane Bottas che ammette di aver perso un po’ di smalto a causa di troppe distrazioni sul suo possibile approdo in Ferrari.

    Ferrari: scaduta l’opzione per il rinnovo di Kimi Raikkonen

    Come detto, la Ferrari non ha rinnovato il contratto con Kimi Raikkonen entro il termine stabilito del 31 Luglio. Ciò significa che, qualora Maurizio Arrivabene e Sergio Marchionne decidano di proseguire ancora con il biondo di Espoo, dovranno sedersi ad un tavolo e ridiscutere interamente i termini dell’accordo. La mossa potrebbe essere interessante anche, venialmente, per risparmiare qualcosa sull’ingaggio che attualmente è sui 18 milioni. Un po’ troppi, no? Si stima che il nuovo accordo si fermerebbe a non più di 10. Al di là delle ipotetiche cifre, il punto è che ora Iceman è sul mercato e libero di accasarsi altrove pur se ha più volte affermato di voler chiudere la carriera in Rosso. La Ferrari, nel frattempo, è libera di ragionare su qualunque soluzione, compresa quella che fa capo a Valtteri Bottas sebbene la pista si sia raffreddata di fronte alla richiesta di ben 12 milioni da parte della Williams per rescindere in anticipo il contratto.

    Ferrari: ora Bottas piace meno

    E’ già finito l’amore tra la Ferrari e Valtteri Bottas. Forse la storia è solo rimandata. Il pilota della Williams costa troppo. Vedi i 12 milioni di cui sopra. Il manager Didier Coton è apparso più possibilista su una permanenza alla corte di Sir Frank Williams anche per il 2016. E poi ha ultimamente perso un po’ di smalto. “Comincia ad essere fastidioso ricevere sempre le stesse domande. Quando sei in auto non ci pensi ma, appena scendi, riprendono - ha dichiarato un Bottas evidentemente infastidito dai rumours di mercato – Sono voci che non fanno bene né a me né a Raikkonen. Visto che non c’è niente di certo, preferiremmo restare concentrati su ciò che accade in pista”. Da Maranello filtrano indiscrezioni che stia crescendo il partito di quelli che vogliono puntare sulla continuità. Dal canto nostro crediamo che, se discontinuità deve esserci, non esiste nome migliore di Jenson Button per rimpiazzare Kimi Raikkonen per un periodo relativamente breve, diciamo un biennio al massimo, in attesa che si liberi qualche fenomeno vero da affiancare a Vettel.