F1 2015, Ferrari: test in Austria produttivi con Gutierrez e Fuoco

Gli uomini in Rosso soddisfatti del lavoro svolto, anticipano già che gireranno con più benzina nei long run delle prossime prove libere per confrontarsi alla pari con le Mercedes

da , il

    Esteban Gutierrez e Antonio Fuoco hanno dato il loro contributo allo sviluppo della Ferrari SF15-T nella due giorni di test collettivi prevista sul Red Bull Ring subito dopo il Gp d’Austria. Il giovane calabrese Fuoco ha visto il suo debutto bagnato dalla pioggia e da un programma di lavoro decisamente rivisto. Meglio è andata al più esperto messicano che aveva già preso parte anche ai test di Barcellona. Gutierrez ha lavorato soprattutto su prove di aerodinamica e sulle nuove gomme sperimentali che la Pirelli ha realizzato in vista della stagione 2016 di F1. Non c’è stato nessun particolare intoppo ed il programma è stato interamente completato con 110 giri percorsi, pari a circa un weekend di gara. Il migliore, in 1:09.931, è valso il secondo posto in classifica a 9 decimi dalla Mercedes di Rosberg.

    Gutierrez: “Vedo una buona base”

    “Le prove di oggi erano incentrate sul comportamento delle diverse mescole di gomme Pirelli e su alcune soluzioni aerodinamiche – ha dichiarato Esteban Gutiérrez su ferrari.com – È sempre bello avere la possibilità di guidare la vettura del campionato in corso e voglio ringraziare la squadra per l’opportunità che mi ha dato. Ho avuto sensazioni positive. La giornata di lavoro è stata sicuramente buona, abbiamo svolto il programma che ci eravamo prefissati e raccolto numerosi dati che ora potremo analizzare attentamente a Maranello”. Il pilota messicano ha potuto apprezzare la crescita del progetto rispetto a quanto rilevato durante il test tenuto a Barcellona oltre un mese fa:“C’è stato un passo avanti. Si può spingere di più adesso ed è una macchina più veloce. Vedo una buona base su cui lavorare per le prossime gare”.

    Fuoco: debutto difficile causa maltempo

    Martedì la pioggia ha rovinato il debutto di Antonio Fuoco al volante della Ferrari di Formula 1. Purtroppo il 19enne calabrese della Ferrari Driver Academy ha commesso anche un errore nel pomeriggio che ha interrotto anzitempo la sua esperienza:“Ho fatto un errore oggi e sono molto dispiaciuto, ma essere salito sulla Ferrari è sempre stato il mio sogno e oggi finalmente l’ho realizzato. Sono comunque contento di aver potuto svolgere questo lavoro raccogliendo info utili per il team, anche se oggi la pioggia ha condizionato il nostro programma. Ringrazio la Scuderia Ferrari per l’opportunità che mi è stata offerta.”

    Ferrari: più benzina nelle prove libere

    Tra le novità che riguarderanno la Ferrari nei prossimi Gran Premi, c’è l’approccio che sarà utilizzato durante le prove libere. In breve, a Maranello si sono accorti che la Mercedes gira più carica di carburante rispetto alle Rosse rendendo non comparabile in modo diretto il passo gara e facendo cadere tutti vittime di illusori entusiasmi. Ho detto ai miei tecnici che d’ora in poi sarà meglio lavorare anche noi con il serbatoio pieno, in modo da avere in confronto con gli avversari che non sia falsato”, ha dichiarato Arrivabene a motorsport.com. Parlando poi dello sviluppo della SF15-T, ha aggiunto:“Non voglio fare come i miei predecessori che hanno dichiarato a metà stagione di puntare già all’anno prossimo. Noi abbiamo un team di tecnici che lavora al 2016 ed uno che pensa a far crescere l’attuale monoposto. Il nostro obiettivo è vincere tre gare e raggiungere la Mercedes quest’anno e non nel 2020…”