F1 2015, Ferrari: Vettel è il primo passo per la rinascita

Formula 1: la Ferrari celebra Sebastian Vettel come il quinto tedesco della sua storia

da , il

    Ferrari, Sebastian Vettel a Maranello sulla F2012

    La Ferrari ha preso Sebastian Vettel come rincalzo dopo aver preso atto che Fernando Alonso non era più nel proprio futuro oppure ha deciso di puntare sul quattro volte iridato per metterlo al centro di un solido e ambizioso progetto di rinascita della scuderia di Formula 1? I pareri si dividono. Fatto sta che le celebrazioni per il nuovo campione non finiscono in quel di Maranello. Il nuovo Messia è arrivato. Sul sito ufficiale del Cavallino Rampante, viene nominato Sebastian Quinto Vettel, andando ad evocare gloriosi predecessori.

    Primo fra i primi è Michael Schumacher. E’ lui il paragone massimo. Per certi versi unico. E’ il pensiero del Kaiser che smuove i cuori dei ferraristi puri al pensiero che dalla stagione 2015 ci sarà un nuovo tedesco a correre e vincere per la Rossa. Il sette volte iridato ha disputato 180 Gran Premi vincendo cinque titoli mondiali e 72 gare. Altro tedesco che ha scritto una pagina tanto importante quanto drammatica della storia è Wolfgang Von Trips (25 GP e 2 vittorie) che ha perso la vita nel 1961 a Monza assieme a 14 spettatori mentre si avvicinava a conquistare il titolo mondiale. Completano la cinquina Kurt Adolff e Hans Stuck padre. Sempre nel segno del 5, numero di gara di Sebastian Vettel, si nota che lui è anche il quinto pilota ad arrivare in Ferrari con almeno due titoli mondiali vinti altrove. Gli fanno compagnia Schumacher, Fangio, Alonso e Prost. Solo i primi due sono poi riusciti ad incrementare il loro bottino su una monoposto italiana.

    Ricciardo: “Vettel aiuterà la Ferrari”

    Dopo che Sebastian Vettel ha descritto Ricciardo come il compagno più competitivo della sua carriera e Christian Horner ha sottolineato come le difficoltà del 2014 abbiano aiutato il tedesco a crescere nel carattere e nella determinazione, da parte del pilota australiano, nuovo leader del team Red Bull, arrivano parole di incoraggiamento per la nuova avventura del 4 volte iridato:Vettel riesce ad entrare in relazione con chi gli lavoro accanto in modo impressionante - ha detto ad Autosport – sa come chiedere le cose ed ottiene sempre ciò che vuole, perché noi piloti cerchiamo sempre di ottenere di più dalla macchina. Lui è spietato ma leale quando si approccia ai ragazzi del team. Così guadagna il loro rispetto anche perché è un gran lavoratore. Darà un aiuto positivo visto che non gli piacerà avere una macchina meno veloce di altre”.