F1 2015, Helmut Marko: “Red Bull lascerà la Formula 1 se…”

Helmut Marko ha spiegato che la Red Bull abbandonerà la F1 senza un propulsore vincente. Ecco le motivazioni e la spiegazione offerta da Helmut Marko.

da , il

    La notizia ha spaventato il Circus. La Red Bull sembra essere pronta e disposta a dire addio alla Formula 1 se non tornerà ad essere competitiva nel giro di brevissimo tempo. A confermare la notizia è Helmut Marko, consulente della scuderia anglo-austriaca: “Senza un motore competitivo in un prossimo futuro la Red Bull lascerà il Circus” ha tuonato l’uomo delle ‘Lattine’. La scuderia è ormai ai ferri corti con la Renault per i continui problemi di affidabilità dei propulsori francesi. Senza un monoposto competitiva e veloce non esite la Formula 1 e la Red Bull non sembra disposta a restare nel Circus per recitare un ruolo da comprimario a fondo schieramento. I tempi gloriosi, con Vettel campione del mondo a bordo della Red Bull, sembrano ormai un triste ricordo. Ecco le parole di Helmut Marko sulle concrete possibiltà che la Red Bull abbandoni la Formula 1 nell’immediato futuro.

    “Red Bull lascerà la Formula 1 se…”

    La stagione della Red Bull è stata finora molto deludente con i piloti sempre distanti dalla vetta. Monoposto lenta e sopratutto poco affidabile tanto che sono già stati utilizzati quarto motori ovvero tutti quelli a disposizione per l’intera stagione. I motivi sono tutti riconducibili ad un propulsore Renault non all’altezza di una competizione cosi importante. Helmut Marko ha spiegato lo stato d’animo in casa Red Bull: “La situazione è abbastanza critica. Quest’anno abbiamo già consumato tutti i motori a disposizione mentre la concorrenza è ferma al primo. Senza un motore competitivo è difficile gareggiare ad alti livelli e noi non vogliamo fare da comparse in Formula 1. Se non riuscissimo a trovare un motore competitivo in un prossimo futuro saremo fuori dalla F1.Negli ultimi mesi si sta facendo sempre più insistente l’arrivo in Formula 1 del motore Audi ma Marko ha spento subito i facili entusiasmi: “Si stanno rincorrendo molte voci e una di queste è l’imminente entrata in gioco del Gruppo Volkswagen. Attualmente sono solo voci ma non c’è stata alcuna richiesta ufficiale. In questo momento so che il Gruppo Volkswangen deve prima capire chi sarà il nuovo capo e da li si potrà realmente avere un’idea se entrerà in Formula 1 oppure no”. Una Red Bull dunque ad un giro di boa: o si trova un gruppo pronto e disponibile a finanziare un propulsore solido e vincente oppure si dirà addio alla Formula 1. Il binomio Renault-Red Bull, a meno di nuovi ed inattesi cambiamenti, verrà sciolto nell’imminente futuro dopo nove anni di collaborazione, quattro titoli mondiali costruttori, quattro titoli piloti vinti e 50 vittorie complessive.