F1 2015, Marchionne: “Ferrari al pari di Red Bull, piloti gasatissimi!”

Formula 1 2015: Marchionne parla della Ferrari al Salone di Ginevra ostentando soddisfazione e ottmismo per il potenziale della SF15-T in vista della nuova stagione

da , il

    E’ un Sergio Marchionne spumeggiante quello che si presenta al Salone di Ginevra in qualità di presidente Ferrari impaziente di vivere in tale ruolo la stagione 2015 di Formula 1. La sua prima. Il boss di FCA ha voglia di parlare di sport e, alla Gazzetta, dichiara:“Vincere il Mondiale del 2018? Assolutamente sì, nel 2018. Ma se possibile cerchiamo di fare anche un po’ prima”. Quanto all’ambiente che si respira a Maranello, aggiunge:“La macchina c’è, i piloti sono gasatissimi. Credo che il Mondiale sia una cosa dovuta: per i tifosi della Ferrari, la sua storia e chi lavora in azienda. Saremo alla pari con la Red Bull quando andremo sul circuito, non mi voglio sbilanciare né essere critico”.

    Le parole di Marchionne

    Marchionne è in vena di complimenti, segno che anche dietro le quinte c’è vero ottimismo per i dati raccolti durante i test invernali. “I ragazzi hanno fatto cose eccezionali e non me lo sarei mai aspettato. Andiamo in pista e poi vediamo. I piloti ci sono e stanno guidando qualcosa che a loro piace, poi vedremo”, si legge su Omnicorse. Su Vettel il commento è netto:“Un tipo razionale, preciso, non emotivo, impegnato. Rispettoso. È una persona estremamente equilibrata”. Quanto alla Mercedes che resta l’indiscusso avversario numero uno, il presidente della Ferrari la vede così:“Noi condividiamo la loro visione e la loro organizzazione. Lo scorso anno ha fatto qualcosa di grandissimo e sono pronti a ripetersi. E Stavolta ci proveremo anche noi ad impedirglielo”.

    Vettel conferma: “Ce la giochiamo con Red Bull e Williams”

    La Mercedes è nei pensieri anche di Sebastian Vettel che, dopo l’ultimo giorno di test, ha fatto il punto sulla SF15-T che sta per volare verso l’Australia:“Abbiamo percorso molti chilometri e raccolto informazioni utili. L’affidabilità è incoraggiante, anche se sotto questo aspetto possiamo ancora migliorare. Dal punto di vista della prestazione, è chiaro che la Mercedes è ancora davanti con un certo vantaggio, ma subito dietro vedo noi, la Williams e la Red Bull molto vicini. Fra un paio di settimane ne sapremo di più. Intanto dobbiamo progredire un passo alla volta, guardando soprattutto a noi stessi”.

    Marchionne: “Io tifoso sfegatato, il peggio è passato”

    “La Ferrari è sempre stata un asset importante per il Gruppo FIAT anche quando le cose non andavano bene – ha ricordato Sergio Marchionne - ma non pensavo che sarei stato coinvolto nella sua gestione nonostante sia un tifoso sfegatato del Cavallino Rampante e, come tutti gli appassionati, ho sofferto l’anno scorso. Spero di mettere la vettura in carreggiata e vedremo il 15 marzo che succederà. Sono ottimista, perché penso che il peggio sia passato”. Quanto ai piani industriali, il nuovo presidente ha confermato che la Ferrari resterà un prodotto esclusivo:“Produrremo sempre una macchina in meno di quello che chiede il mercato. La nostra stima è di massimo 10 mila vetture. Ma i volumi saranno gli stessi del 2014 con un piccolo aumento. Dobbiamo preservare l’esclusività del marchio”.