F1 2015, Alonso è salvo! Honda ottiene l’OK dalla FIA per il decongelamento della power unit

Formula 1: Alonso ha di che esultare! La McLaren-Honda ha ottenuto dalla FIA la possibilità di sviluppare i motori durante la stagione 2015 come gli altri team nonostante un anno in più di lavoro alle spalle

da , il

    McLaren Honda  Fernando Alonso

    La prima telenovela della stagione 2015 di Formula 1 è arrivata all’epilogo! La Honda ha ottenuto dalla FIA una deroga alla norma che, a differenza di Mercedes, Ferrari e Renault le quali hanno fatto il loro esordio con le nuove power unit nel 2014, le avrebbe impedito di sviluppare il proprio progetto dopo la data dell’omologazione fissata per il 28 febbraio prossimo. La notizia è ottima per la McLaren e soprattutto per Fernando Alonso che, altrimenti, avrebbe avuto la quasi-certezza di dover affrontare l’ennesima stagione da comprimario. Potendo sperare in una costante crescita prestazione del nuovo V6 turbo made in Japan, invece, l’asturiano può ritagliarsi un ruolo da protagonista soprattutto nella seconda parte del campionato. Non solo, questa mossa dà la possibilità di guardare al 2016 con ancor più ottimismo.

    LEGGI ANCHE: I migliori 10 piloti della storia della McLaren

    Stando a quanto riportato dalla BBC, la Honda è riuscita nei giorni scorsi ad avere la meglio sulla FIA e Charlie Whiting. Il costruttore giapponese dovrà comunque omologare la propria unità entro il 28 febbraio ma, al pari delle altre scuderie, potrà spendere dei cosiddetti “gettoni” per proseguire lo sviluppo anche durante la stagione. Quanti gettoni? Per trovare una via d’uscita che sembrasse quanto più equa possibile, la Federazione ha deciso di calcolarli sulla media di quelli che, alla data di inizio del campionato (16 marzo in Australia), saranno ancora a disposizione di Ferrari, Mercedes e Renault. Su questo fronte sono i tedeschi ad avere meno margine mentre in parte la Renault ma soprattutto la Ferrari, avendo deciso di prendersela comoda per capire bene gli errori commessi lo scorso anno, hanno ancora molte cartucce da sparare. Buon per la Honda che, indirettamente, beneficerà di questa situazione.

    Honda vieta Le Mans ad Alonso

    Se Alonso sorride per lo sblocco del congelamento allo sviluppo della power unit Honda, ha qualcosa di cui lamentarsi in quanto i nipponici sono i mandanti del veto che gli ha impedito di lavorare con Porsche per la partecipazione alla 24 ore di Le Mans del 2015. Anche Jenson Button era dato tra i papabili e non era neppure escluso che potesse fare squadra proprio con l’asturiano. Stando a quanto riportato da Auto Moto und Sport, la Honda ha fatto cambiare idea alla McLaren che, a differenza di quanto fatto dalla Force India con Nico Hulkenberg, non ha più voluto concedere il proprio pilota in prestito. Il posto che nei sogni della Porche sarebbe stato di Alonso potrebbe essere ricoperto da Adrian Sutil. Non proprio la stessa cosa…