F1 2015, nuova Mercedes W06. Lowe: “Sarà dura raggiungerci” [FOTO]

A Jerez, la nuova Mercedes W06 viene presentata ufficialmente. Il direttore tecnico Lowe avverte gli avversari: sarà dura raggiungerci. Tutti i dettagli.

da , il

    L’ufficialità è distante ancora poche ore, poi la nuova Mercedes W06 si svelerà a Jerez e inizierà i primi test invernali.

    Ad anticipare il lavoro fatto sulla macchina, è il direttore tecnico Paddy Lowe, in un’intervista a Formula1.com dopo il breve shakedown di Silverstone. Mette in guardia tutti, perché la Mercedes ha ancora fame e i miglioramenti sulla W06 sono stati tanti. Poi, qualche frecciatina agli avversari.

    Le dichiarazioni

    LOWE – «Non prendiamo niente per scontato, sappiamo come ci si sente a perdere e sappiamo che iniziamo con zero punti, al pari di tutti gli altri. Dovremo riguadagnarci tutto da capo. [A Silverstone] abbiamo svolto uno shakedown dei sistemi, una possibilità per verificare la presenza di problemi ed essere pronti a correre nei test. Sulla monoposto ci sono tante novità, abbiamo estratto della prestazione in diverse aree. In generale si tratta di un’evoluzione della macchina dell’anno scorso, perché le regole non sono troppo diverse, ma qua e là siamo stati in grado di fare piccole rivoluzioni. A parte il musetto, che è stato uno dei grandi temi del programma aerodinamico, guardando la monoposto non vedrete enormi differenze: sotto sotto, tanto è cambiato. Dovevamo farlo perché i rivali avranno fatto lo stesso, basta guardare le vecchie macchine per capire quanto rapidamente le cose invecchiano in Formula 1: è nella natura delle innovazioni e dello sviluppo. Devi continuare a spingere in ogni singola area e talvolta ci sorprendiamo da soli. In questa fase dell’anno non sono né fiducioso né depresso, solo in tensione. Tutto quel che puoi fare è sentire d’aver fatto il massimo e continuare. Non ricordo di essere andato via dai test di Jerez lo scorso anno sentendomi fiducioso d’avere la miglior macchina, i dati sono ancora ambigui e anche dopo l’ultimo test in Bahrain non pensavo saremmo corsi via. Quindi, non presumiamo nulla, lavoriamo come se non avessimo vinto l’anno scorso e questa sarà una stagione interessante, con il ritorno della Honda, poi sono curioso di vedere la Williams, sperando di poter lottare con loro nuovamente, e ovviamente ci saranno anche Red Bulle Ferrari. Sfortunatamente per loro, sarà dura raggiungerci, ci sono così tante aree in cui possiamo migliorare ed essere ancora più forti, che è dura da credere dopo il dominio dell’anno scorso».