F1 2015, nuove regole: da Spa partenze senza aiuti per il pilota

Lo Strategy Group riunitosi ieri ha messo nero su bianco alcune importanti novità, tra cui un quinto motore senza penalità per la Honda

da , il

    Lo Strategy Group che si è riunito ieri in Inghilterra per discutere nuovamente sul destino della Formula 1, pare abbia stavolta partorito alcune soluzioni che vedranno la luce quanto prima. Tra i temi in discussione c’era di tutto: dal format migliore per i fine settimana di gara alle nuove possibili regole tecniche passando per i regolamenti sportivi e le questioni economiche. Fortemente criticato da gente come Bernie Ecclestone che vorrebbe meno democrazia e più interventi immediati per risolvere le questioni, il gruppo di lavoro formato principalmente dai capi delle scuderie del Circus è stavolta arrivato ad alcune interessanti conclusioni come quella di ridare al talento del pilota più possibilità di incidere sul risultato: per questa ragione è stato deciso, innanzitutto, di tornare a partenze meno “assistite” elettronicamente. Per seguire il LIVE della gara in diretta del GP Silverstone F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    F1 2015: dal Belgio, si riparte manualmente

    Tra tre soli Gran Premi saremo già a Spa-Francorchamps per il Gran Premio del Belgio. Sarà fine agosto. Sarà superata la pausa estiva e tutti i piloti si saranno potuti ben allenare alla nuova procedura di partenza che prevede l’abolizione dell’aiuto dato dal software di controllo elettronico. Nell’ottica di ridare centralità al pilota, il prossimo passo potrebbe essere quello di vietare l’utilizzo delle comunicazione via radio, eccezion fatta per le informazioni legate a questioni di sicurezza.

    Altre novità: interventi sulle penalità

    Tra le novità che saranno perfezionate a breve e che, intanto, hanno trovato alcuni accordi di massima, c’è quella legata alle penalizzazioni. Troppi motori da sostituire anticipatamente, troppe vetture arretrate in griglia. In Austria si è toccato il fondo dell’imbarazzo. La questione sarà affrontata tra una settimana in Commissione F1 e poi ratificata dal Consiglio Mondiale. Sempre restando su questo argomento, registriamo che la Honda potrà beneficiare “a gratis” di un quinto motore contro i quattro a disposizione delle altre scuderie in quanto costruttore entrante. Lo stesso privilegio sarà consentito a tutti i nuovi attori che d’ora in poi volessero mettersi in gioco in Formula 1.

    Idee anche per il 2016

    In vista della stagione 2016 di Formula 1, tra le proposte che più hanno raccolto interesse c’è quella del doppio tubo di scarico per le power unit: uno per il motore 6 cilindri turbo ed un altro per la valvola wastegate del turbo. Così facendo dovrebbe migliorare in modo netto il sound delle attuali unità. Altra idea che sembra trovare terreno fertile tra i team principal della Formula 1 è quella della libertà di scelta delle mescole di pneumatici. Attualmente la Pirelli ne porta due su quattro dell’intera gamma ed i team sono obbligati ad usarle entrambe in gara. Paul Hembery, intervistato sull’argomento, è apparso piuttosto scettico in quanto ciò avrebbe problemi logistici e organizzativi non indifferenti.