F1 2015: power unit Ferrari a 2 decimi da quella Mercedes

F1 2015: power unit Ferrari a 2 decimi da quella Mercedes
da in Ferrari F1, Formula 1 2017, Mercedes F1, News F1

    Motore Mercedes e Motore Ferrari a confronto- F1 2015

    Il lavoro fatto dalla Ferrari sulla sua power unit per la stagione 2015 di Formula 1 non si è ancora concluso. Sono 7 i tokens rimasti a disposizione di Maranello e, verosimilmente, saranno spesi così: 2 a Monza e 5 nelle ultime gare, diciamo tra USA e Messico, per mettere delle ottime basi già pensando al 2016. Questo ritorno di competitività preoccupa non tanto Hamilton o Rosberg che viaggiano su un’astronave ma, in particolare, la Williams. La squadra di Grove vede allontanarsi inesorabilmente il ruolo di seconda forza in campo. Secondo il direttore tecnico Pat Symonds, infatti, ad oggi il vantaggio dato dal motore Mercedes rispetto a quello fatto a Maranello è sceso a circa 2 decimi al giro.

    “Il motore Mercedes resta il riferimento ma il margine che ha si è ridotto notevolmente – ha spiegato Pat Symonds ad Autosprint – se dovessi quantificare, direi che sono rimasti circa 20 cavalli che, in tempo sul giro, si trasformano in circa due decimi”. Dal canto loro, però, i motorizzati Mercedes possono ancora beneficiare di una migliore guidabilità e di una straordinaria affidabilità. Cosa che non si può dire della Ferrari: il ritiro di Raikkonen in Ungheria ha acceso un campanello d’allarme così come non è facile aspettarsi di vedere sempre la bandiera a scacchi quando nelle ultime gare dell’anno saranno portati in pista gli interventi più drastici con un occhio al 2016. “Avere una power unit affidabile potrebbe fare la differenza tra noi e la Ferrari soprattutto se nelle ultime gare dovessero avere delle penalità”, ha confermato il direttore tecnico della Williams. Secondo facili conteggi, infatti, la scuderia italiana non potrà finire la stagione usando solo 4 power unit in quanto ne ha già usate 3 e si appresta a far debuttare la quarta a Spa o, al massimo, a Monza.

    “Quando avremo la possibilità di sceglierci noi le gomme, allora saranno dolori per tutti!”, è questo il pensiero di Maurizio Arrivabene che fa pressioni sulla Pirelli affinché si dedichi, in vista della stagione 2016 di Formula 1, a portare tutte e 4 le mescole slick della sua gamma in tutti i Gran Premi dell’anno. A decidere i risultati, infatti, ancor più delle power unit, sono le gomme. La Ferrari ha difficoltà con quelle a mescola più dura in quanto necessità di pista molto calda per portarle alla temperatura ottimale di utilizzo. Se riusciranno a convincere la Pirelli e gli altri team a cambiare le regole, saranno dei grandi. Tuttavia in pochi vogliono appoggiarli. Jenson Button spiega a crash.net quali sono le ragioni dei contrari:“Sembra interessante ma, se si guarda anche all’ultima gara, non credo che usando le Soft e le Super Soft (anziché le Medium, ndr) avrebbe reso le cose più emozionanti. Le mescole che c’erano, invece, hanno consentito di diversificare le strategie. Non penso, quindi, che dare libertà di mescola funzionerebbe così bene per migliorare le gare”.

    630

    PIÙ POPOLARI