F1 2015, presentata la nuova Lotus E23 Hybrid: bel musetto [FOTO]

La nuova Lotus E23 si è presentata online, anticipando le forme della monoposto per il mondiale F1 2015. Motore Mercedes e aerodinamica interessante, con un musetto tra i più belli visti finora. TUtti i dettagli.

da , il

    A sorpresa, senza preavviso. La nuova Lotus E23 per il mondiale di Formula 1 2015 arriva così, svelando le prime immagini, ricostruzioni al computer, che danno l’idea di come sarà la monoposto chiamata nel non troppo difficile compito di far dimenticare le prestazioni della fallimentare E22.

    Tanto anticonvenzionale e strana è stata la macchina 2014, tanto all’apparenza semplice nel disegno e priva di voli di fantasia è questa 2015, che ricordiamo sarà motorizzata dal V6 Mercedes, particolare che ne ha influito necessariamente sul disegno delle pance.

    Che bel musetto!

    C’è chi ha preferito mantenere una quota di originalità nel design del musetto (Williams e Force India), nonostante il cambio regolamentare. La Lotus E23, invece, sceglie una strada decisamente piacevole dal lato estetico, fattore meno importante di tutti quando si ragiona di Formula 1. Regolare, senza scalini né accenni di proboscide, i due piloncini di supporto dell’ala restano ancorati nella parte posteriore del piano principale, mentre si intravedono dei turning vanes a L, in stile Mercedes, sotto al muso. Cambierà ancora tanto, le configurazioni aerodinamiche lasciano il tempo che trovano in questa fase dell’anno.

    Interessante notare, invece, il supporto dell’ala posteriore, collocato sulla copertura del motore e non più asimmetricamente accanto allo scarico, una scelta già vista in Red Bull l’anno scorso. Inoltre, il triangolo superiore della sospensione anteriore, un tradizionale push-rod, appare installato in una posizione particolarmente bassa, in controtendenza con le scelte della FW37, che ha innalzato il triangolo superiore.

    Gran curiosità per l’imponente bulbo ai lati dell’airscope, là dove Mercedes aveva due orecchie per il raffreddamento, la Lotus E23 sfoggia due ampie protuberanze, mimetizzate dalla colorazione nera ma da approfondire nella loro funzione aerodinamica non appena la vedremo in pista: sono molto ampie rispetto alla soluzione Mercedes. Nella vista di profilo si estendono fin sullo sponsor GENII.

    «La E23 rappresenta un enorme passo in avanti per noi, non è un segreto che abbiamo faticato l’anno scorso, così abbiamo individuato ogni area che abbia causato problemi. Abbiamo fatto grandi progressi in galleria del vento al pari del raffreddamento e della disposizione dei componenti. Ci aspettiamo che la E23 vada decisamente meglio della E22. Ovviamente abbiamo un enorme cambiamento nella power unit, l’abbiamo fatto perché rappresentava un elemento che può darci il maggior incremento di prestazioni: non solo performance, ma anche affidabilità e guidabilità. La E22 ci diede buoni riscontri in galleria, anche se era difficile sfruttare il suo potenziale, così abbiamo prestato maggior attenzione alle caratteristiche per una monoposto più adattabile» ha spiegato il direttore tecnico Nick Chester.

    Proprio osservando il raffreddamento, si scoprono pance molto scavate nella parte inferiore, ai lati del cockpit, e un’apertura relativamente di dimensioni compatte con una paratia orizzontale a dividere la bocca d’entrata.

    | LEGGI ANCHE: CALENDARIO TEST F1 2015 |

    seguono aggiornamenti