F1 2015, proposta shock Red Bull: “Torniamo ai motori V8″, Mercedes:”Ce ne andiamo…”

Formula 1: alcuni team chiedono di tornare ai motori V8 per ridurre il dominio della Mercedes e contenere i costi! I tedeschi minacciano di lasciare il Circus

da , il

    F1 2015, proposta shock Red Bull: "Torniamo ai motori V8", Mercedes:"Ce ne andiamo..."

    Anche noi vi avevamo dato conto di un accordo per lo sviluppo degli attuali motori V6 turbo nella stagione 2015 di Formula 1 che, in verità, non c’è mai stato. “E’ frustrante concludere una riunione convinti di aver trovato una conclusione che stesse bene a tutti e scoprire dopo poco che è stato inutile. E’ una situazione ridicola”, ha affermato Chris Horner. Renault, Ferrari e Honda chiedono una deroga al regolamento vigente che dia finestra temporale più ampia per lavorare sulle loro power unit. Mercedes, forte del proprio dominio, non vuole concedere sconti. Per arrivare ad un accordo in vista del 2015, serve l’unanimità dei consensi tra i team. Tuttavia, per cambiare le regole nel 2016, basta una votazione a maggioranza che vede ancora compatto il fronte degli altri tre motoristi. Da questa considerazione si parte per capire come la posizione della Mercedes non sia comodissima e che, alla fine, i tedeschi saranno costretti a fare qualche concessione. Le minacce sono già partite: “Ritorneremo ai V8″, ha provocatoriamente affermato Horner.

    Il primo a lanciare il sasso è Bernie Ecclestone:“Dobbiamo liberarci di questi V6 che non servono a nessuno men che meno alla Formula 1. Il patron del Circus teme l’inevitabile calo di interesse derivante da una lotta per il titolo limitata a due soli piloti della stessa scuderia che monopolizzano con una certa regolarità i primi due gradino del podio. A fargli immediatamente eco ci pensa Chris Horner della Red Bull che si preoccupa anche dell’aumento dei costi derivante dallo sviluppo selvaggio degli attuali propulsori:“Non solo i piccoli, ma anche in grandi non possono sostenere voci di spesa crescenti. Anche se si tratta di una decisione impopolare, penso che si debba considerare l’idea di tornare ai vecchi motori V8″, si legge su Autosport. Gerard Lopez della Lotus ha confermato:“Siamo stati forzati a fare questo passaggio ma nessuno di noi era d’accordo”. Secca e inequivocabile la replica della Mercedes affidata a Niki Lauda:“Se dovessero tornare i V8 in F1, se ne andrà la Mercedes”.

    Più basico è il commento di Helmut Marko che su Auto, Motor und Sport dice la sua: “Chiediamo sostanzialmente di poter ridurre il divario da Mercedes”. Ed è proprio questa la soluzione che si cerca di portare avanti:“In momenti disperati servono soluzioni disperate – ha aggiunto Horner - Oggi abbiamo dei motori estremamente costosi e che non possono essere sviluppati visto che qualcuno (Mercedes, ndr) vuole congelare il proprio vantaggio competitivo. Se non viene concesso ai motoristi di lavorare sulle proprie unità, allora ci sarà un dominio costante della Mercedes fino a quando i motori saranno in vita”. Tanto per definire i contorni del contendere, ricordiamo che la proposta dei team ribelli è avere 13 cosiddetti “gettoni” cioè momenti di sviluppo sui motori durante il 2015 in più. La casa della stella a tre punte non si muove dal volerne mettere sul piatto 5. Non uno di più. In molti scommettono che il compromesso sarà trovato ad Abu Dhabi.