F1 2015, Raikkonen: “La nuova Ferrari sarà più forte della F14 T”

Formula 1: Raikkonen nega che la Ferrari del 2015 avrà maggiori problemi di quella del 2014 come si vocifera

da , il

    F1 2015, Raikkonen: "La nuova Ferrari sarà più forte della F14 T"

    Si dice che la nuova Ferrari 2015 di Formula 1, nome in codice 666, stia dando risultati negativi in galleria del vento e nelle altre simulazioni a cui viene sottoposta. Per questa ragione il nuovo presidente Sergio Marchionne non ha atteso altro tempo per silurare un po’ tutti i vecchi nomi che ruotavano attorno al progetto. Ad esempio, è notizia recentissima dell’allontanamento, ancora ufficioso, del capo dei progettisti Nicholas Tombazis. Mentre a James Allison pare sia data una seconda possibilità, anche Pat Fry è uno di quelli indicati già con le valige pronte. Tuttavia, Kimi Raikkonen, intervistato nel corso delle Finali Mondiali che la Ferrari ha organizzato ad Abu Dhabi lo scorso fine settimana, ha lanciato previsioni più rosee delle attuali aspettative di stampa e tifosi.

    “Non è stato un anno facile per me e per tutto il team. Dalla Ferrari ci si attende sempre che vinca delle gare e che combatta per le prime posizioni - ha dichiarato Raikkonen ai giornalisti presenti – Purtroppo non è stato così ma in vista della prossima stagione abbiamo gettato le basi per riportare la Scuderia Ferrari ai livelli che le competono“. Secondo Iceman è già stato toccato il fondo. Più in basso non si può andare. La stagione 2015 non sarà di transizione e basta ma segnerà una pronta inversione di tendenza:“C’è un grande lavoro da fare ma sappiamo in quali aree dobbiamo migliorare. Questo lavoro è già cominciato e in fabbrica abbiamo tutto quello che serve, persone, mezzi e squadra per riuscire a fare i progressi necessari. Sono certo che la vettura del 2015 sarà molto più competitiva, anche se per capirne il valore assoluto sarà necessario attendere il primo test”, si legge su ferrari.com

    Raikkonen: “Arrivabene è perfetto per il suo ruolo”

    Kimi Raikkonen è uno dei pochi nomi ad essere passato indenne dalla rivoluzione Marchionne. Il personaggio che più di altri attira oggi gli interessi è il nuovo team principal Maurizio Arrivabene:“Penso che sia perfetto per il ruolo che gli è stato affidato. Lo conoscevo già da prima e so quanto sia competente. Credo che porterà nel team la sua esperienza e che la squadra ne trarrà grandi benefici”. Il campione del mondo 2007 ha belle parole anche per Sebastian Vettel:Ho già detto che è un amico e che sono contento di lavorare con lui: credo che si possa fare un bel gioco di squadra, spingendoci al limite l’un l’altro in pista nell’interesse della Scuderia, riportandola ai livelli che le competono”. Come detto in precedenza, il prossimo nome chiamato nella sezione arrivi&partenze di Maranello potrebbe essere Pat Fry. Al suo posto si dice che la Ferrari sia interessata all’ex direttore tecnico della Mercedes Bob Bell che, visto il suo curriculum, però, potrebbe essere anche capace di togliere la poltrona a James Allison. L’impressione, condivisa da molti addetti ai lavori, è che Marchionne voglia fare piazza pulita dei vecchi tecnici per resettare ogni errore del passato e ripartire con idee ed entusiasmi tutti nuovi.

    [sondaggio id="411"]

    LEGGI ANCHE: la nuova vettura sarà svelata ONLINE

    LEGGI ANCHE: Il calendario delle presentazioni delle monoposto del 2015