F1 2015, Red Bull: corsa contro il tempo per esserci ai test di Jerez

Formula 1: Horner dichiara che la Red Bull dovrà fare una corsa contro il tempo per riuscire ad essere pronta per domenica 1 febbraio 2015 in occasione della prima giornata di test

da , il

    F1 2015, Red Bull: corsa contro il tempo per esserci ai test di Jerez

    Intercettato da Autosport mentre se la spassa sulla neve dalle parti di Milton Keynes, il team principal della Red Bull Christian Horner rivela un retroscena inedito ed interessante sulla marcia di avvicinamento della neonata RB11 alla stagione 2015 di Formula 1:“La vettura è ancora in costruzione ed in fabbrica stanno facendo quello che credo sia l’assemblamento più veloce della storia pur di riuscire ad essere in pista domenica prossima”. Ricordiamo che i test avranno inizio domenica 1° febbraio. Per seguire il LIVE della SECONDA giornata di Test a Jerez, BASTA CLICCARE QUI!

    “Sono confortato dal fatto che il primo feedback non potrà mai essere negativo come quello del 2014 quando abbiamo completato solo 4 giri in 4 giorni - ha ricordato Horner - Al momento posso dire che l’inverno è stato migliore di quello di un anno fa”. Il capo della scuderia austriaca ha anche ammesso che la presenza non più full time di Adrian Newey nel lavoro è stato un qualcosa che si è avvertito:“Ci ha dato minori input rispetto al passato ma ha comunque dato un contributo importante. Nei suoi piani c’è quello di seguire la squadra per il 50% del suo tempo. Sarà comunque presente anche ai test di Jerez, perché vuole prestare attenzione in particolare al motore”.

    LEGGI: Le ultime 10 Ferrari che hanno vinto il mondiale

    E’ proprio sul motore che si gioca la partita più importante visto che su altri fronti la Red Bull non teme rivali:“Abbiamo come riferimento la Mercedes che parte avvantaggiata ma la Renault ha fatto importanti passi in avanti utilizzando un approccio aggressivo nella concezione della power unit 2015″. I francesi non sono stati a guardare e, persa la Lotus tra i clienti, ha profuso la maggior parte delle energie lavorando in sinergia con gli austriaci. “C’era bisogno di implementare la struttura organizzativa”, ha dichiarato Cyril Abiteboul citando l’importanza dell’innesto di Rob White. il responsabile del settore sportivo della Renault crede che i principali vantaggi della riorganizzazione si vedranno durante il 2015:“Ancora è troppo presto ma questi cambiamenti daranno dei risultati a lungo termine. Abbiamo ottenuto maggiore flessibilità, dinamismo e efficienza in tutte le nostre operazioni”. Abiteboul ha spiegato che la Renault si vuole presentare ai nastri di partenza della stagione 2015 con un motore più potente e più affidabile:“Non sappiamo dove sono gli altri. Anche se non abbiamo colmato tutto il gap, siamo fiduciosi di averlo ridotto. Abbiamo l’obiettivo di chiuderlo per consentire di dare alla Red Bull e alla Toro Rosso una macchina competitiva sulla maggior parte dei circuiti”, ha concluso.