F1 2015, Renault: ottime indicazioni dalle prove al banco del nuovo motore

I francesi stanno ottenendo ottimi risultati dalle prove al banco della loro nuova power unit che dovrebbe segnare il loro riscatto

da , il

    La Renault non molla. Le pessime figuracce rimediate in questa stagione 2015 di Formula 1 dalla propria power unit non hanno scoraggiato i francesi che, beneficiando della collaborazione con Mario Illien, tra esperimenti andati male e nuove soluzioni, pare abbiano trovato il bandolo della matassa. Il nuovo motore Eneryg Hybrid 2015/B garantirà circa 40 cavalli di potenza in più, sufficienti per rendere meno ampio e decisamente accettabile il gap da Ferrari e Mercedes. Al momento l’unità sta girando al banco e, stando a quanto anticipato da Chris Horner della Red Bull, non la si vedrà in pista prima di due o tre mesi.

    Horner: “La Red Bull non ha pazienza”

    La Red Bull ha fretta di montare sulla sua macchina il nuovo motore Renault ma i transalpini non vogliono fare altre brutte figure per cui si prenderanno tutto il tempo necessario a confezionare un’unità solida e affidabile. “Da quello che so, stanno facendo buoni progressi nel lavoro al banco - ha dichiarato Horner ad Autosport – ma spetta a loro prendere alcune decisioni che hanno importanza strategica in rapporto alla direzione che vorranno dare allo sviluppo da qui a fine stagione. A questo punto siamo tutti interessati anche all’impatto che tali cambiamenti avranno sul prossimo anno”. Il capo del team Red Bull spiega che, quando si ha a che fare con i motori, non è facile avere cambiamenti drastici e significativi in tempi rapidi:Vorremmo avere tutto e subito e ciò mette a dura prova la nostra pazienza ma su questo campo ci sono tempi d’attesa più lunghi rispetto al telaio. La pazienza non è il nostro punto di forza…”

    Newey: “2015 sarà un anno senza vittorie”

    La Red Bull è sempre convinta che la causa della sua perdita di competitività stia tutta nella scarsa potenza della power unit Renault. Eppure il confronto con la Toro Rosso dice che anche il telaio non è perfetto. Difficile pensare, infatti, che avere un Adrian Newey solo part-time possa non farsi sentire. A proposito delle aspettative su questo 2015, intervistato da F1.com, il genio è apparso ormai piuttosto arreso:“Non vedo una Red Bull capace di vincere delle gare in questa stagione - ha ammesso – penso che stavolta non siamo stati bravi come Mercedes o Ferrari ma i tanti cambiamenti regolamentari degli ultimi 12 mesi ci hanno obbligato a rivedere notevolmente la filosofia del nostro progetto anche dal punto di vista aerodinamico. Comunque, anziché lamentarci, stiamo lavorando sodo per tornare in vetta e, stando agli ultimi risultati, sembra che la strada intrapresa sia quella giusta”.