F1 2015, stipendi piloti: Alonso batte Vettel ma sarà superato da Hamilton

Il Business Book ha pubblicato la classifica degli stipendi dei piloti di Formula 1 2015. Vettel in Rosso fa un salto in avanti ma Alonso è sopra a tutti

da , il

    Quanto guadagna un pilota di Formula 1 con il solo ingaggio per correre? E chi è il più pagato tra quelli della stagione 2015? Dell’argomento abbiamo parlato spesso ricordando che, presi i top driver e sommato il valore dello stipendio precepito dalla squadra per la quale gareggiano sommato agli introiti degli sponsor, siamo di fronte ad una vera e propria azienda. L’analisi del magazine britannico Business Book prende in carico tutti gli stipendi dei piloti di Formula 1 attualmente in attività e stila una classifica con non molte sorprese. Il paperone è Fernando Alonso, unico a superare la soglia dei 30 milioni. Dal 2016, però, sarà sopra di lui Lewis Hamilton. Vettel si ferma un po’ più sotto ma, rispetto all’epoca Red Bull, trova ben altre cifre ora che veste la tuta Ferrari.

    Alonso è destinato a cedere lo scettro ad Hamilton

    Quando si parla di ingaggio, si ragiona sulla cifra secca, vale a dire sulla quota annuale base prevista per entrare in macchina durante i fine settimana di gara, fare i test, presenziare agli eventi promozionali, eccetera. Non rientrano i bonus per i buoni risultati o, come già anticipato, tutto ciò che ha a che fare con sponsorizzazioni personali. Queste, nel caso di alcuni personaggi particolarmente celebri o amati quali Hamilton e Alonso, possono rappresentare persino la voce più importante nel loro bilancio personale. Stando solo a quanto scritto nel loro contratto con il team, secondo il Business Book è Fernando Alonso, dall’altro dei suoi 35 milioni di Euro, il pilota più pagato della stagione 2015 di Formula 1. Non se la passa male neppure Sebastian Vettel sale al secondo posto con ben 28 milioni. Lewis Hamilton, in attesa di inaugurare nel triennio 2016-2018 un qualcosa vicino addirittura ai 50 milioni (così pare), si accontenta per ora della metà. Restando in casa Mercedes, non pensiate che Rosberg abbia di che piangere. Con i suoi 13,5 milioni è il pilota più pagato della storia tra quelli che non sono mai stati campioni del mondo.

    Piloti Red Bull i meno pagati tra i top driver

    Se qualcuno ha pensato che il sorriso apparso sulla faccia di Vettel non appena arrivato in Ferrari fosse eccessivo, forse può fare un confronto tra il suo attuale ingaggio e quello dei suoi ex colleghi in Red Bull. Ricciardo non va oltre il milione e mezzo giustificato dal fatto che, facendosi i campioni in casa, la scuderia austriaca riesce a tenere sempre basse le loro pretese. Daniil Kvyat si becca solo 750 mila Euro. Dopo essere stato quattro volte campione del mondo, infatti, Vettel ha visto crescere il proprio stipendio ma senza andare mai troppo oltre i dieci milioni circa. Non è un caso, quindi, che pure l’australiano si stia guardando bene attorno prima di rinnovare ancora con i bibitari. E chissà che il buon Daniel non possa seguire Vettel in Ferrari se a Maranello decidessero di non sborsare più 18 milioni per Kimi Raikkonen. Ultima citazione è per Roberto Merhi: ultimo anche in questa classifica, vede valere i 50 mila Euro a titolo forfettario di semplice rimborso spese.

    Stipendi piloti F1 2015: la classifica completa

    1. Fernando Alonso (McLaren) 35 milioni

    2. Sebastian Vettel (Ferrari) 28 milioni

    3. Lewis Hamilton (Mercedes) 25 milioni

    4. Kimi Raikkonen (Ferrari) 18 milioni

    5. Nico Rosberg (Mercedes) 13,5 milioni

    6. Jenson Button (McLaren) 10 milioni

    7. Felipe Massa (Williams) 4 milioni

    8. Nico Hulkenberg (Force India) 4 milioni

    9. Sergio Perez (Force India) 4 milioni

    10. Romain Grosjean (Lotus) 4 milioni

    11. Pastor Maldonado (Lotus) 4 milioni

    12. Valtteri Bottas (Williams) 2 milioni

    13. Daniel Ricciardo (RBR) 1,5 milioni

    14. Daniil Kvyat (RBR) 750 mila

    15. Max Verstappen (Toro Rosso) 250 mila

    16. Carlos Sainz Jr (Toro Rosso) 250 mila

    17. Felipe Nasr (Sauber) 200 mila

    18. Marcus Ericsson (Sauber) 200 mila

    19. Will Stevens (Manor) 150 mila

    20. Roberto Merhi (Manor) 50 mila