F1 2015 verso Spa: il ritorno a partenze manuali fa salire l’ansia tra i team

Formula 1 2015: in Belgio si tornerà a partenze manuali senza aiuti elettronici per i piloti. In molti team cominciano ad avere ansia e temere figuracce...

da , il

    Non poteva essere altrimenti. Anche su questo le opinioni si dividono. La stagione 2015 di Formula 1 segna il ritorno, a partire dal Gran Premio del Belgio, dello scatto dal via con meno aiuti elettronici ai piloti. Per semplicità dette “manuali“, queste partenze mettono ansia e timori alle scuderie che auspicano persino un ripensamento da parte della FIA. Autorevoli addetti ai lavori, però, al tempo stesso, profetizzano che non cambierà assolutamente nulla e rigettano le teorie catastrofiste. Chi avrà ragione? Per seguire il LIVE in diretta web delle qualifiche del GP Belgio F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Partenze manuali in F1: si teme per la frizione

    A surriscaldare l’ambiente sono stati quelli di Auto Motor und Sports. I tedeschi hanno rivelato, stando alle loro fonti, che la Federazione è stata invasa da un gran numero di richieste di chiarimento da parte delle scuderie su cosa si possa e cosa non sia più legale fare durante la delicatissima procedura di partenza. Il timore dei team di F1 è di trovarsi con una frizione bruciata prima della fine della gara a causa di un utilizzo con modalità fino ad oggi non previste in fase di progettazione:“I piloti già sapranno prima ancora di partire se la loro partenza sarà brutta e non potranno fare nulla per intervenire”, ha spiegato Andy Stevenson. Il team manager della Force India non è l’unico ad essere scettico. Lewis Hamilton, già non brillantissimo allo spegnersi dei semafori, ad esempio, teme che la sua Mercedes possa soffrire ancora di più delle altre scuderie. Al tempo stesso non sorride neppure la Ferrari che ha mostrato di essere particolarmente in palla con il regolamento vigente fino allo scorso GP d’Ungheria.

    Lo Strategy Group cerca ancora lo spettacolo

    L’obiettivo principale di chi comanda in Formula 1 è dare più spettacolo al pubblico. In tal senso, lo Strategy Group, vale a dire il gruppo di lavoro formato dai principali team del Circus, si sta dando un gran da fare. La direzione scelta è quella di portare in pista auto esteticamente più belle e che soffrano meno le turbolenze aerodinamiche al fine di rendere i sorpassi più agevoli senza bisogno di usare il DRS. Il prossimo incontro tra i cervelloni della F1 è previsto nel fine settimana del GP del Belgio. Il direttore tecnico della Force India, intervistato da Autosport, spiega che la questione non è comunque semplice da affrontare:“Le attuali monoposto hanno il difetto che quando sono in scia perdono carico all’avantreno che, in condizioni normali, ha il compito di dare stabilità a tutta la vettura – ha spiegato Andrew Green – ma le soluzioni che sono al vaglio in questi giorni non risolvono necessariamente questa criticità che potrebbe anche rivelarsi un qualcosa di inevitabile quando si ha a che fare con auto da corsa che vanno a certe velocità. In ogni caso, ne discuteremo in modo approfondito”.