F1 2015: Vettel chiude definitivamente il capitolo Red Bull

Formula 1: festa d'addio alla Red Bull per Sebastian Vettel che chiude definitivamente un capitolo fondamentale della sua storia

da , il

    vettel red bull addio 2014 f1

    Foto: Red Bull

    Con ancora addosso l’emozione per il debutto al volante di una Ferrari, Sebastian Vettel si è recato a Milton Keynes per dare l’ultimo saluto alla scuderia Red Bull. Senza nascondere la propria commozione, il 4 volte iridato si è rivolo a Christian Horner e Adrian Newey con queste parole:“Sono stati sei anni incredibili per tutto quello che abbiamo ottenuto insieme e che rimarrà sempre nel mio cuore - si legge sul sito ufficiale della Red Bull Racing – Devo fare un grosso ringraziamento. Abbiamo avuto la macchina migliore, perché eravamo la squadra migliore”.

    Complice il clima natalizio, non sono mancati dei regali per Sebastian Vettel. La Red Bull gli ha consegnato una scultura dorata rappresentante un toro con incise le date dei quattro titoli mondiali vinti. Difficilmente fra sei anni la Ferrari sarà in grado di fare altrettanto. Tra il serio ed il faceto, il pilota tedesco si è dovuto portare a casa anche un po’ di oggetti che ironizzano sull’Italia come un caffè espresso, un costume rigorosamente rosso e degli occhiali da sole. Poteva andare peggio. Ciliegina sulla torta, come da tradizione, Vettel potrà parcheggiare nel suo garage una monoposto di Formula 1 con la quale ha conquistato alcuni dei suoi tanti successi. “Ma non gliela daremo subito – ha scherzato Chris Hornernon vorremmo regalare qualche nostro segreto alla Ferrari”. L’ultimo a parlare è stato Adrian Newey:“Sebastian, con il suo impegno, è stato il portavoce di tutte le nostre speranze e delle nostre ambizioni. È stato un vero privilegio lavorare con lui“.

    Red Bull: il futuro si chiama Kvyat

    Si volta pagina alla Red Bull. Lo si fa con grande convinzione sulle doti di quel Ricciardo che ha già messo alle spalle Vettel e con quel giovane prodigio che risponde al nome di Daniil Kvyat. Il pilota russo ha tutte le carte in regola per ritagliarsi un posto d’onore nel firmamento della Formula 1. “Ovviamente siamo tristi per l’addio di Vettel ma siamo anche emozionati per ciò che ci aspetta per il futuro - ha detto Horner a crash.net - Abbiamo un pilota fenomenale come Ricciardo ed un qualcosa di grezzo ma entusiasmante come Kvyat che ci ricorda molto come era Sebastian quando è arrivato da noi“. Secondo il capo della Red Bull, l’addio di Vettel aiuterà Kvyat:“Il fatto che sia arrivato per sostituire Vettel e non come suo vero erede preannunciato, gli metterà meno pressione addosso. I riflettori saranno tutti su Sebastian che guida una Ferrari. Daniil ha guidato lo scorso anno in GP3 facendo progressi fenomenali. Quest’anno in Toro Rosso ha fatto un lavoro incredibile e pensiamo che possa ancora crescere molto”.