F1 2016, Arrivabene: “Ferrari da titolo anche con una sola vittoria”

Formula 1 2016: Arrivabene non vuole ancora svelare tutte le carte della Ferrari ma spiega che Vettel potrebbe vincere il titolo anche con una sola vittoria, sfruttando regolarità e rivalità interna alla Mercedes

da , il

    E’ un Maurizio Arrivabene convinto nel potenziale della Ferrari quello che guarda ai restanti due terzi di campionato mondiale 2016 di Formula 1. E lo fa con un ottimismo a tratti incomprensibile per chi vive fuori da Maranello. Il direttore della Gestione Sportiva conosce gli assi nella manica che la Rossa può ancora tirare fuori e non fa drammi per l’assenza di vittorie:“Non conta solo il numero di gare vinte, ma quanta pressione si mette a chi sta davanti - ha spiegato a motorsport.com – Rosberg e Hamilton si toglieranno punti a vicenda e, se loro avessero qualche sfortuna come quelle capitate a noi, torneremo presto a ridosso. A me andrebbe bene anche vincere il titolo con una sola vittoria come fece Keke Rosberg“. Ricordiamo che Vettel al momento dista 46 punti in classifica dal leader Rosberg. Non sono pochi ma nemmeno un abisso incolmabile.

    Arrivabene:”Ferrari SF16-H difficile da mettere a punto”

    “La nostra monoposto 2016 è un grande passo avanti ed è figlia di un progetto del tutto nuovo - ha proseguito Maurizio ArrivabeneMa è anche una vettura molto sensibile e difficile da mettere a punto. Dobbiamo tirar fuori molto da questa macchina. Mancano ancora dei dettagli per essere al 100%. Ci stiamo avvicinando alla Mercedes ed abbiamo qualche asso nella manica, ma non chiedetemi di svelarlo”. Il capo della Gestione Sportiva di Maranello, viste le premesse, non crede che eguagliare le tre vittorie in stagione del 2015 sarà un problema:“Non firmerei per avere altri 3 successi quest’anno. So quanto forti sono le Mercedes ma in certe piste il divario sta diventando davvero piccolo e noi dobbiamo avere ben altre ambizioni. Se mi accontentassi, non rappresenterei lo spirito della Ferrari“.

    Ferrari F1 2016: motore Ok, mancano telaio e aerodinamica

    La Ferrari ha messo a posto un punto. Intanto, Arrivabene si accontenta così. Il motore ora c’è. Un incubo è finito. Ora il lavoro è quello di migliorare aerodinamica e telaio di una SF16-H difficile da mettere a punto:“A Baku abbiamo provato un nuovo pacchetto all’anteriore che non ha dato riscontri del tutto positivi. Purtroppo la situazione è complessa in quanto migliorare all’avantreno rischia di mettere in difficoltà il retrotreno”, ha sintetizzato il problema. “Per le prossime gare ci saranno delle novità perché dovete sapere che se i nostri motoristi non dormono, i telaisti dormiranno ancora meno, perché è l’aerodinamica ed il telaio oggi il nostro vero punto debole. Sul fronte del motore, siamo ormai vicini”, ha concluso il manager bresciano.