F1 2016, classifica potenza power unit: Ferrari solo 20 cv meno di Mercedes

Formula 1 2016: classifica aggiornata della potenza delle power unit. Mercedes prima con 950 cavalli ma Ferrari subito dietro con 930. Renault a 900 e Honda solo 844

da , il

    La power uniti Ferrari di Formula 1 in versione 2016 è ora a soli 20 cavalli in meno di potenza da quella Mercedes. E’ questo il responso di una stima pubblicata dalla testata AS. L’unità motrice italiana si attesta attorno ai 930 cavalli contro i 950 di quella teutonica. Non va male neppure la Renault che arriva a quota 900. Anzi, a dirla tutta, visti i problemi del 2015, sono proprio i francesi a mostrare il recupero più strabiliante. Per dare un’idea del salto in avanti compiuto, basti dire che la power unit Ferrari del 2015 che spinge oggi la Toro Rosso si attesta attorno agli 860 cavalli. Il vero punto di imbarazzo in questa classifica è rappresentato dalla Honda: le McLaren, sverniciate senza pietà sui rettilinei del circuito di Montreal, ad oggi possono contare solo su 844 cavalli. E, quando provano a spingere un po’ di più con le mappature, sono ancora costretti a parcheggiare sul prato con il motore in fiamme. A Woking è ancora tutto in alto mare. L’unica cosa cambiata rispetto al 2015, pare l’atteggiamento. Meno polemiche interne. Profili più bassi.

    Wolff:”Ferrari ormai vicinissima a Mercedes”

    Toto Wolff l’aveva già detto in tempi non sospetti che la power unit Ferrari in versione 2016 avrebbe avuto poco da invidiare alla Mercedes. Sembrava una scaramantica pretattica ma, invece, era la verità. Su una pista di motore come quella del Canada, la SF16-H se l’è giocata. “E’ evidente che hanno una velocità in rettilineo come la nostra ed anche la Red Bull ha fatto grandi progressi per cui sarà un campionato molto più difficile per noi”, ha dichiarato Wolff al termine della gara di Montreal. A proposito della fortunata scelta tattica di fare un solo pit stop, ha aggiunto:“Anche noi volevamo fare due pit stop, perché la strategia della Ferrari era di 5 secondi più veloce. Ma loro ci hanno anticipato ed allora abbiamo deciso di cambiare. Alla fine possiamo dire di essere stati fortunati ma loro hanno dimostrato di avere una macchina ed un pilota in grado di vincere le gare e la prossima volta potrebbe andarci peggio”.

    Crisi McLaren-Honda: Button pensa al ritiro

    Le difficoltà riscontrate dalla coppia McLaren-Honda stanno facendo danni anche nella psiche dei due piloti. Fernando Alonso pare aver mollato ormai ogni velleità e si accontenta di girare tra pista e paddock quasi come fosse un ex pilota nell’attesa che avvenga chissà quale miracolo. Jenson Button pensa al ritiro:“Tra pochi mesi prenderò una decisione in merito. Devo decidere il mio futuro e resterò solo se mi renderò conto di amare ancora questo sport”. Radiomercato dice che nel 2017 ci sarà al suo posto Stoffel Vandoorne. “Voglio correre ed essere competitivo e resterò in Formula 1 solo se avrò la possibilità di lottare per vincere qualcosa”, ha aggiunto il campione del mondo 2009. Per lui si pensa ad un approdo in Williams, magari per fare da chioccia al giovanissimo Lance Stroll.