F1 2016: complottone Mercedes contro Hamilton? E’ tutto vero(simile)

F1 2016: complottone Mercedes contro Hamilton? E’ tutto vero(simile)
da in Formula 1 2017, Lewis Hamilton, Mercedes F1, News F1
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    F1 2016: complottone Mercedes contro Hamilton? E' tutto vero(simile)

    Suvvia non fate le verginelle. Lo sapevate che saremmo arrivati a questo punto. L’idea di un complotto organizzato dalla Mercedes per far vincere a Nico Rosberg il titolo di campione del mondo 2016 di Formula 1 è qualcosa che girella nel paddock da tempo. Già da quanto a fine 2015 Hamilton ha iniziato a prendere paga dal compagno di squadra ed ha lanciato dichiarazioni del tipo:”Non capisco come mai la macchina non è più come prima”. E nel frattempo Rosberg aggiungeva sibillino:”Ho un segreto per battere Lewis ma non posso dire quale…”. Ma perché la Mercedes dovrebbe fare questo? Qual è il movente di questo delitto perfetto? La risposta è facile. Dimostrarla in concreto, però, praticamente impossibile!

    La Mercedes ha mostrato in questi anni un certo cannibalismo. Una certa goduria sadica nello stravincere ed umiliare gli avversari. Ecco perché vuole far vincere Rosberg. Non è una questione di campanilismo tedesco. Tutt’altro. E’ la voglia di scrivere a chiare lettere nella storia della Formula 1 che questo dominio è frutto solo e soltanto delle qualità della macchina. Dopodiché, un pilota vale l’altro. Il concetto è fondamentale e molto chiaro se si entra nella testa e si capisce il modo di pensare di un grande Costruttore. Aperta e chiusa parentesi: non fece lo stesso la Ferrari nel 2008 ai danni di Raikkonen?

    Detto ciò, preciso che da qui a pensare ad un vero complotto c’è un mare in mezzo. Tuttavia, qualora si voglia gettare benzina sul focherello dei cospirazionisti, va osservato che in Germania sanno fare le cose per bene. Hanno iniziato a seminare per tempo, già dalla scorsa stagione. E ora, tra un problemino tecnico e l’altro, dando piena libertà ad Hamilton di godersi la vita anziché fare il professionista puro, se lo stanno rincoglionendo alla grande.

    Ok, ci siamo divertiti a dare credito alle tesi dei complottisti (tra i quali a breve si iscriverà lo stesso Lewis Hamilton, supponiamo). Non per merito nostro, ovviamente, il rumours è arrivato fino alle orecchie di Toto Wolff che ha deciso di non dribblare l’argomento:“Non possiamo neppure scherzare su queste cose. La Formula 1 è uno sport serio e non ha neppure senso dare troppa attenzione a certe cavolate. Mi volete davvero far credere che noi stiamo boicottando il nostro due volte campione del mondo? E’ davvero uno scherzo! La verità è che in F1 possono capitare dei guasti. Fanno parte del gioco. E, se vi interessa, anche Rosberg ha rischiato il ritiro in Russia per dei problemi alla MGU-K”.

    562

    PIÙ POPOLARI