F1 2016, Ecclestone attacca:”Niente noia se Red Bull avesse P.U. Mercedes”

F1 2016, Ecclestone attacca:”Niente noia se Red Bull avesse P.U. Mercedes”
da in Bernie Ecclestone, Formula 1 2017, Mercedes F1, News F1, Red Bull F1
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    F1 2016, Ecclestone attacca:"Niente noia se Red Bull avesse PU Mercedes"

    Al di là delle velleità Ferrari, la stagione 2016 di Formula 1 si sta configurando con un nuovo dominio Mercedes. Di fronte all’atteggiamento ipocrita di Toto Wolff che piange davanti alle telecamere per l’assenza di rivali in pista ma se la ride di gusto in privato per i tanti trofei che i suoi piloti gli portano a casa, è intervenuto duramente Bernie Ecclestone. Il patron del Circus non dimentica cosa è successo solo pochi mesi fa quando i tedeschi avevano la possibilità di ravvivare il campionato dando la loro fantastica power unit a degli avversari tosti come quelli della Red BullPer seguire LIVE in diretta il Gran Premio di Cina di F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    “Ci sarebbe potuta essere davvero una squadra capace di lottare con la Mercedes ed il suo è nome è Red Bull - ha dichiarato Bernie Ecclestone a ESPN – penso che non sia positivo per questo sport avere un team che monopolizza sempre la prima fila e ottiene doppiette in gara. Penso che la loro eccessiva competitività sia il problema della F1 attuale”, ha osservato il boss della FOM.

    Che la Mercedes abbia un motore magico capace di trasformare una zucca in carrozza lo dimostra il recente destino della Manor. La scuderia britannica, da Cenerentola dello schieramento è diventata una squadra di tutto rispetto grazie soprattutto alla partnership tecnica con i tedeschi. “Per noi è una fantastica sensazione essere in lotta con altre monoposto – ha dichiarato il team principal Dave Ryan ad Autosport – Stiamo adottando una strategia di crescita a piccoli passi. In Bahrain abbiamo disputato un’ottima gara e ora andiamo in Cina per consolidare il risultato ottenuto”. Ryan ha spiegato che, grazie ai primi incoraggianti risultati, nella squadra si respira ora aria nuova:“Abbiamo iniziato nel modo migliore una stagione molto lunga e difficile. In Manor c’è un gran bel gruppo di persone e ora tutti lavorano uniti nella stessa direzione. Sanno che se ognuno fa il suo compito al meglio, il lavoro complessivo ne beneficerà e andremo avanti sempre meglio”.

    Giustamente, dal suo punto di vista, Toto Wolff studia come rendere più emozionante il weekend di Formula 1 senza necessariamente dover “regalare” aiuti ai team più blasonati. In tal senso, non ha nessuna intenzione di fornire le proprie power unit ad altri squadroni ma, semmai, pensa ad un nuovo format di qualifiche in vista del 2017. Dopo il flop dell’esperimento fatto nelle prime due gare del 2016, tutti vanno con i piedi di piombo nel proporre alternative al sistema di qualifiche. Tra quelli che provano a tenere vivo il dibattito c’è il team principal della Mercedes che riprende il tema della Superpole con un giro per pilota tra quelli rimasti in Q3:“Il format va studiato bene. Non dobbiamo più improvvisare. Dobbiamo capire quali possono essere i reali benefici. Non dobbiamo più fare esperimenti in mondovisione dopo che uno di noi si sveglia con una nuova idea, perché abbiamo la responsabilità di quello che presentiamo al pubblico ed agli appassionati”, ha ribadito.

    688

    PIÙ POPOLARI