F1 2016, Ferrari: Arrivabene lancia l’allarme gomme!

F1 2016, Ferrari: Arrivabene lancia l’allarme gomme!
da in Ferrari F1, Formula 1 2017, Maurizio Arrivabene, News F1
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    F1 2016, Ferrari: Arrivabene lancia l'allarme gomme!

    L’involuzione che la Ferrari sta vivendo in questa prima parte di stagione 2016 di Formula 1 ha un colpevole! Non è Maurizio Arrivabene, nonostante in molti chiedano la sua testa. Ma è proprio il team principal del Cavallino Rampante a dare la giusta indicazione su dove andare a cercare. Indiziato numero 1 è il comportamento delle gomme, soprattutto in qualifica:“E’ un qualcosa che è successo anche a Barcellona e qui a Monaco. E’ incredibile non riuscire a migliorare il tempo della Q1. Stiamo analizzando cosa è successo. Partire indietro ci sta impedendo di dimostrare il nostro reale potenziale”.

    Sempre in tema di gomme, Arrivabene conferma che la Ferrari è preoccupata per i sistemi “furbi” con cui alcuni competitori – leggasi Mercedes, Red Bull e Toro Rosso – riescono a modificare le pressioni delle gomme in gara, a tutto vantaggio del grip. Il regolamento vieta di far scendere la pressione delle gomme sotto certi limiti. Ma i team sopra citati sfruttando sistemi ingegnosi come, ad esempio, l’opportuna chiusura del cestello dei freni, riescono ad infrangere la norma restando impuniti. Sono stati quelli della McLaren i primi a far presente la cosa alla FIA e spingendo sulla Pirelli affinché riesca a buttar dentro un sistema di monitoraggio in tempo reale. Ma la missione appare al momento ardua:“E’ vero che si sta cercando un sistema ma è difficile. Se ci riusciranno, però, ci sarà da divertirsi”, ha affermato Arrivabene.

    Per ammissione dello stesso Maurizio Arrivabene, i problemi della Ferrari non si possono ridurre solo al funzionamento delle gomme:“Devo aiutare i ragazzi del team a voltare pagina. C’è grande delusione ma anche voglia di capire i problemi per poi risolverli. Non ha senso fare paragoni con le monoposto degli anni passati anche se sembra che la SF16-H abbia alcuni degli stessi problemi”. Secondo il team principal della Rossa, comunque, la Red Bull non rappresenta ancora un vero problema ed il target resta la Mercedes:“La Red Bull è molto forte sotto il profilo aerodinamico e si esalta in certe pista ma non mi preoccupano loro. Il nostro problema adesso sono le qualifiche. In Canada ci saranno altri aggiornamenti e penso che la macchina si comporterà diversamente”. Unica nota positiva della doppia deludente trasferta di Barcellona e Monaco è il recupero di Vettel su Rosberg in classifica generale. Il tedesco ha rosicchiato 21 punti.

    541

    PIÙ POPOLARI