F1 2016, Ferrari: motore evoluto già pronto al debutto in Russia

F1 2016, Ferrari: motore evoluto già pronto al debutto in Russia
da in Ferrari F1, Formula 1 2017, GP Russia-f1, News F1
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    F1 2016, Ferrari: motore evoluto già pronto al debutto in Russia

    Alcune indiscrezioni provenienti da Maranello dicono che la Ferrari abbia già pronta un’evoluzione della propria power unit e che, andando contro i piani iniziali, starebbe già pensando di farla debuttare nel prossimo Gran Premio di Russia. Ricordiamo che ogni scuderia può montare senza incorrere in penalità fino a 5 motori in stagione e, alla vigilia della quarta gara su 21, la Ferrari sarebbe già al terzo cambio sulla vettura di Vettel e al secondo su quella di Raikkonen. E’ da questa considerazione che nasce un po’ di scetticismo in merito. Ma forse il Cavallino Rampante ha comunque fatto bene i suoi conti…

    Il costo della modifica dovrebbe essere di 3 gettoni sui 9 disponibili per lavorare sulla combustione. La Ferrari potrebbe, quindi, decidere di far debuttare subito la nuova power unit andando a gestire in modo virtuoso le cosiddette rotazioni per non trovarsi verso fine stagione con l’obbligo di montare la sesta unità ed incorrere in sanzioni. Ma cosa significa, in pratica, gestire le rotazioni? Significa che le altre power unit già usate, ma non arrivate alla fine del loro ciclo di vita, possono comunque essere “ripescate” e mandate in pista durante le prove libere e nei Gran Premi in cui la componente motore ha un basso impatto. Tipicamente si tratta dei circuiti cittadini come Montecarlo e Singapore. L’idea c’è. Il ragionamento pure. Ora la decisione spetta a Maurizio Arrivabene ed i suoi uomini.

    C’è chi pensa che qualche pasticcio di troppo commesso dalla Ferrari durante le prime tre gare della stagione, in particolare i due ritiri subiti nei primi due GP, siano conseguenza dell’eccessiva pressione sul risultato messa dal presidente Marchionne. Sebastian Vettel svela che, in verità, il team sta lavorando con grande serenità:“La stampa ha interpretato in modo sbagliato le parole del presidente. Tutti sappiamo che il nostro obiettivo è vincere dopo il campionato che abbiamo disputato lo scorso anno. E’ normale alzare l’asticella dopo essere arrivati secondi. Purtroppo non siamo stati fortunati in avvio di stagione ma siamo tranquilli per ciò che accadrà nelle prossime gare. Siamo un team forte e sono sicuro che le nostre prestazioni andranno a crescere ancora”. Il quattro volte iridato ha anche commentato l’attuale situazione generale del Circus ribadendo il suo punto di vista:“Ripeto che per me la Formula 1 è uno sport e non uno show. Capisco che qualcuno la veda come un grande spettacolo di intrattenimento ma non è il mio punto di vista. A me interessano le corse perché c’è concorrenza e voglia di vincere, E credo che chi sta scrivendo le nuove regole non debba mai dimenticare che la Formula 1 è la classe regina del motorsport e, per logica, non deve esistere altrove una monoposto che vada più veloce”.

    602

    PIÙ POPOLARI