F1 2016, Ferrari: ora Vettel teme Raikkonen

Formula 1 2016: Vettel ammette di temere Raikkonen come compagno di team in Ferrari visto che il finlandese potrebbe ritornare quello di un tempo grazie alla nuova sospensione anteriore della SF16-H che si adatta al suo stile di guida

da , il

    Si dice nei bar che Sebastian Vettel abbia avuto la fortuna di avere sempre compagni di squadra “comodi”. Si dice, però, anche che quel Mark Webber lì non fosse proprio l’ultimo arrivato. Si pensa nel Circus che il modo in cui ha tenuto testa a Kimi Raikkonen nel suo primo anno in Ferrari sia la dimostrazione delle decadenza del vecchio Iceman. Ma tra gli addetti ai lavori si ritiene anche che il biondo di Espoo abbia le carte in regola per tornare uno dei più forti al mondo non appena avrà ritrovato una monoposto che si adatta al suo stile di guida. E la Ferrari SF16-H che correrà nella stagione 2016 di Formula 1 ha tutte le caratteristiche giuste per consentire a Raikkonen di togliersi un po’ di ruggine e prendersi qualche rivincita nei confronti dei detrattori. La brutta notizia per Vettel, quindi, è che dovrà vedersela con un avversario in più oltre ai soliti Rosberg e Hamilton. Lui lo sa e non lo nega.

    “L’anno scorso è stato un po’ sfortunato, soprattutto ad inizio stagione – ha dichiarato Sebastian Vettel parlando di Kimi Raikkonen - la gente non ha memoria lunga e guarda solo i numeri. Ma è sempre stato molto vicino a me e credo che quest’anno sarà ancora lì”. E’ vero: i numeri dicono altro. I numeri dicono che il tedesco ha raccolto quasi il doppio dei punti rispetto al finlandese. La Ferrari SF16-H, disegnata da quel James Allison che sfornò la stessa Lotus che nel 2012 e nel 2013 consentì a Raikkonen di togliersi belle soddisfazioni al suo rientro in F1, grazie al ritorno alla sospensione anteriore push rod promette di avere un inserimento in curva più preciso proprio come piace al campione del mondo 2007. “Per sapere se la SF16-H è davvero migliore della SF15-T dovremmo salire su una e poi sull’altra ma sono auto diverse e non cambia solo l’anteriore. E’ sicuramente un’auto nata bene e penso che sia stato fatto un passo in avanti”, ha aggiunto Vettel.

    Alesi incorona Vettel:”Più forte di tutti”

    Intercettato da La Gazzetta dello Sport, arriva Jean Alesi a dare ulteriore spinta al morale di Sebastian Vettel:“Lewis è un grande ma va visto anche che macchina ha guidato. Seb, invece, ha vinto tre gare senza guidare una Mercedes. Nessuno pensava ad una Ferrari vincente ed il merito è stato di Vettel e Maurizio Arrivabene. Maurizio sa come si costruisce una squadra e Vettel è per me il miglior pilota presente sulla griglia di partenza”. Secondo Alesi, la Ferrari ha fatto bene anche a riconfermare Kimi Raikkonen:“Potrebbe essere determinante negli equilibri della Ferrari. Penso sia meglio lui rispetto ad un giovane come Verstappen che potrebbe mettere al primo posto i suoi interessi anziché quelli della squadra”.