F1 2016, Ferrari: “Schumacher aveva ragione su Vettel”

Formula 1 2016: in Ferrari tocca ora a Jock Clear tessere le lodi di Vettel. L'ex tecnico Mercedes ricorda cosa diceva di lui Schumacher. E, intanto, Arrivabene deve pensar a come sostituire Allison che si prenderà una pausa dopo la scomparsa della moglie...

da , il

    Mentre la Ferrari si stringe attorno a James Allison per il grave lutto che l’ha colpito e che, probabilmente, lo costringerà a prendersi un periodo di pausa, Jock Clear - l’uomo che in questa stagione 2016 di Formula 1 lo ha sostituito al muretto box consentendogli di dedicarsi maggiormente al lavoro di sviluppo in quel di Maranello - ha già trovato l’occasione di tessere le lodi di Sebastian Vettel:“Nel 2011 e nel 2012 lavoravo con Schumacher - ha ricordato l’ex tecnico Mercedes - e lui mi parlava di Seb con grande entusiasmo. Credevo stesse esagerando ma ora posso dire che ha ragione. E’ molto attento ai dettagli e sa far rendere al massimo le persone che gli stanno vicine. Sta dando un gran contributo alla crescita della squadra e mostra una dedizione unica tra i piloti. Tutto ciò spiega come abbia vinto quattro titoli mondiali”.

    Ferrari, Arrivabene:”Ora si pensa al Bahrain”

    La Ferrari è tornata a Maranello e sta affrontando con grande intensità il lavoro di preparazione per il prossimo Gran Premio del Bahrain. L’impressione è che la SF16-H sia fortissima ma, al tempo stesso, il progetto nel suo complesso sia ancora troppo acerbo per poter competere alla pari con la Mercedes. “La macchina è nata bene e in Australia si è visto un ottimo passo gara – ha dichiarato Maurizio Arrivabenesappiamo che dobbiamo migliorare sul giro secco per ridurre il distacco dalla Mercedes e dobbiamo dimenticare in fretta quello che è accaduto a Melbourne. Non dobbiamo pensare a ciò che sarebbe potuto essere, perché ormai appartiene al passato. Ora vogliamo migliorare la nostra prestazione già dalla prossima gara in Bahrain”. Il direttore della Gestione Sportiva Ferrari ha definito Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen “due lepri” nel corso della prima parte di gara a Melbourne. Da lì vuole ripartire con la speranza di scoprire una Rossa più pronta delle Mercedes al via grazie ad un miglior sistema di partenza, così da trasformare certe situazioni favorevoli da eccezione a regola.

    James Allison liberato da tutti gli impegni

    Come era facile immaginare ed ovviamente doveroso, la Ferrari ha liberato James Allison da ogni impegno professionale dandogli tutto il tempo che necessità per riorganizzare la propria vita. Il lutto che ha improvvisamente colpito la sua famiglia, la scomparsa della moglie Rebecca per meningite fulminante, l’ha costretto a tornare in Inghilterra per stare vicino ai suoi tre figli. Il tecnico, l’uomo, ha mostrato sempre un grande attaccamento per il Cavallino Rampante ma ci sono cose nella vita che arrivano prima degli impegni lavorativi. Adesso Maurizio Arrivabene ha il difficile compito di riorganizzare il team in assenza del capo dell’intero progetto tecnico. La mancanza di Allison non si sentirà tanto in pista dato che aveva già lasciato le sue mansioni a Jock Clear durante questo inverno. Non si sentirà neppure nel breve periodo visto che il lavoro di sviluppo sulla SF16-H è da tempo pianificato. Ma qualche problema di troppo potrebbe arrivare sul fronte impegnato nella progettazione della monoposto per il 2017 che entrerà nel vivo a breve.