F1 2016, Ferrari: terzo pilota, quali nomi?

F1 2016, Ferrari: terzo pilota, quali nomi?

    F1 2016, Ferrari: terzo pilota, quali nomi?

    Chi sarà il terzo pilota Ferrari per la stagione 2016 di Formula 1? Con Esteban Gutierrez prestato al team Haas e con una Ferrari Driver Academy in profonda ristrutturazione, si fatica a trovare il nome giusto. Dagli Stati Uniti, però, arriva un indizio firmato Gene Haas. Secondo il patron della debuttante scuderia che ha lavorato a stretto contatto con Maranello, la soluzione finale potrebbe essere quella di condividere lo stesso pilota. Ciò starebbe a significare, di fatto, che nella malaugurata ipotesi in cui il Cavallino Rampante dovesse rimpiazzare Sebastian Vettel o Kimi Raikkonen, sarà uno dei due piloti titolari Haas a prendere il loro posto finendo, a sua volta, sostituito da colui il quale sarà scelto come terza guida in comune.

    “Non abbiamo ancora designato un pilota di riserva al momento”, ha confermato Gene Haas durante un’intervista a Sport Business Daily. “La cosa migliore sarebbe trovare un nome in comune con la Ferrari anche se, visto il livello di sicurezza della Formula 1, non è una cosa così importante come potrebbe sembrare. Serve in caso di malattia o situazioni di emergenza”, ha ricordato il boss della scuderia made in USA. Sfogliando la rosa dei papabili, in pole position troviamo Jean-Eric Vergne che sta correndo in Formula E mentre dà il suo contributo lavorando anche al simulatore Ferrari. Restando in tema di piloti di esperienza già in orbita Rossa, non possiamo non citare Marc Gené. Se, invece, la scelta ricadesse su un giovane, allora dalla Ferrari Driver Academy potrebbero arrivare il calabrese Antonio Fuoco o il monegasco Charles Leclerc che lo scorso novembre ha preso il posto di Raffaele Marciello.

    Terzo pilota nel 2015, Esteban Gutierrez è il candidato numero uno a prendere il posto di Kimi Raikkonen in Ferrari a fine 2016. Intanto, ha di fronte a sé una stagione intera da titolare con l’interessante progetto targato Haas. La sua carriera ha ottenuto una svolta accettando di stare fermo ai box per un anno. “Scegliere di fare il terzo pilota in Ferrari è stato un grandissimo rischio, il più grande che abbia mai preso. Ma a volte si deve fare così e non aver paura – ha spiegato ad Autosport – La Ferrari è stata una grande occasione e, lavorando a Maranello, ho potuto imparare dai migliori. Ora mi sento un pilota più forte e sono pronto per fare bene con Haas”.

    556

    PIÙ POPOLARI