F1 2016, Haas: “Ferrari unica a darci pieno supporto”

F1 2016, Haas: “Ferrari unica a darci pieno supporto”
da in Ferrari F1, Formula 1 2017, News F1

    F1 2016, Haas: "Ferrari unica a darci pieno supporto"

    Le voci che descrivono il team Haas F1 come una costola della Ferrari trovano sempre più conferme. Nonostante le smentite del titolare Gene Haas, la scuderia che si appresta a debuttare nella stagione 2016 di Formula 1 è, nei fatti, tremendamente vicina a Maranello. Lo dimostrano le parole del patron della squadra americana:“Solo dalla Ferrari abbiamo ricevuto pieno supporto”. E lo conferma il fatto che che, tra i piloti in pole position per un sedile, ci sono le riserve Rosse che rispondono ai nomi di Jean Eric Vergne e Esteban Gutierrez.

    Il team Haas fa sul serio. Chi ancora era scettico, cambierà idea. Prima o poi. Intanto, il team made in USA ha messo a segno un altro colpo a effetto andando ad acquistare la sede della ex Marussia a Banbury e confermando la vecchia teoria secondo la quale, per fare le cose per bene in Formula 1, è impossibile non avere una sede lontano dall’Europa. Ciò non impedirà, comunque, di progettare e produrre le proprie monoposto a Kannapolis, nel North-Carolina, accanto al quartier generale del team che corre nel campionato Nascar. “La Ferrari è stata l’unica scuderia che si è offerta di lavorare con noi e ci ha dato supporto non solo per motore e trasmissione ma anche aiutandoci con elettronica e sospensioni. La loro offerta è stata molto generosa e ne abbiamo approfittato”, ha spiegato Gene Haas. Si pensa che la monoposto del 2016 non sia altro, si fa per dire, che una SF15-T riadattata.

    La partnership con Ferrari porterà, verosimilmente, almeno uno dei due piloti attualmente panchinari a trovare un sedile da titolare nel 2015. Haas vuole esperienza e, per quanto giovani, Gutierrez e Vergne valgono sicuramente più di colleghi con passaporto statunitense ma che non hanno mai corso in Formula 1. Altro nome caldo è quello di Nico Hulkenberg:“Ci sono molti profili interessanti per noi e nelle prossime settimane arriveranno delle novità. Siamo in trattativa con vari nomi ma sicuramente, grazie alla collaborazione con Ferrari, i suoi piloti di riserva rappresentano un’opportunità importante per noi in quanto hanno talento e esperienza che sono ciò che stiamo cercando”, ha ammesso Haas.

    Nonostante prestazioni molto distanti dagli altri, la Manor è attualmente il decimo team dello schieramento e partecipa per il rotto della cuffia alla spartizione del malloppo di Bernie Ecclestone. Con l’ingresso nel 2016 di una nuova scuderia apparentemente molto ben attrezzata, gli inglesi rischiano di scivolare all’undicesimo posto e trovarsi con pochissime risorse economiche a disposizione. Il direttore sportivo Graeme Lowdon ha dichiarato:“L’arrivo di Haas ci sta mettendo molta pressione addosso – riporta Tuttosport – Dobbiamo cercare assolutamente di migliorare la nostra competitività in vista del prossimo anno. Dobbiamo assolutamente migliorare la nostra velocità”. In verità, il sogno del team statunitense e mettere in crisi anche scuderie più blasonate:“Prendi ad esempio la squadra di calcio femminile negli Stati Uniti – ha spiegato Gene Haas - non sapevo nemmeno chi fosse fino a quando sono diventati vincenti e, a quel punto, erano una notizia da prima pagina. Spero che possiamo avere lo stesso effetto negli Stati Uniti per la Formula 1, grazie al fatto che c’è una scuderia americana in grado di competere con i tedeschi e italiani”. E stai a vedere che, pur di conquistare una volta per tutte il mercato a stelle e strisce, oltre alla Ferrari finirà per tifare Haas anche la Mercedes…

    749

    PIÙ POPOLARI