F1 2016, Hamilton ammette: “Rosberg mi farà faticare”

F1 2016, Hamilton ammette: “Rosberg mi farà faticare”

    F1 2016, Hamilton ammette: "Rosberg mi farà faticare"

    In vista della stagione 2016 di Formula 1, Lewis Hamilton abbandona l’atteggiamento snob nei confronti del compagno Nico Rosberg per alzarlo al livello di un vero e temibile avversario nella lotta al titolo mondiale. In una intervista esclusiva rilasciata al sito ufficiale della F1, spiega anche cosa gli sia mancato nell’ultima parte di 2015 per tenere testa al collega di box.

    “Spero che non sia solo un ‘Lewis e Nico show’. Spero che la Ferrari sia coinvolta nella lotta e che ci sia una forte competizione oltre a quella tra me e Nico”, ha ammesso senza mezzi termini Hamilton. Suona strano, ma anche quest’anno la Mercedes tifa per la Ferrari pur di avere un campionato più interessante. La regola dei tedeschi sembra essere sempre quella: vincere contro nessuno equivale a non vincere. L’hanno scoperto sulla loro pelle già dal 2014.

    Secondo il campione del mondo in carica, è presto per fare pronostici dopo appena una settimana di test con squadre che hanno svolto lavori molto diversi tra loro. Il miglior tempo della Ferrari, ad esempio, non lo spaventa:“Non mi dice molto. Con quanto carburante hanno girato? Che programma stavano seguendo? A tutte le domande non avremo una risposta fino a Melbourne”.

    Entrando nel vivo della rivalità con Nico Rosberg, Hamilton non nega gli attriti sventolati dai media per mesi e mesi:“E’ vero, c’è una sfida tra noi. E’ come un piccolo fuoco sul quale ognuno versa un sacco di benzina per renderlo più grande. E poi, naturalmente, anche io e Nico, abbiamo involontariamente versato altra benzina a seconda di chi stava vincendo una gara”.

    In merito alla crescita di Rosberg registrata dopo aver vinto il titolo 2015, il numero 44 non è mostruosamente preoccupato ma nemmeno indifferente:“Onestamente, lui ha fatto molto bene alla fine dell’anno. Io mi sono comportato come chi era già campione del mondo. Non dico che ho fatto il minimo indispensabile ma se fossi stato ancora in lotta per il titolo, allora avrei dato un 5-10% in più. Ho usato la mia energia altrove ma ora ho di fronte a me l’obiettivo di vincere ancora il titolo e devo accettare che Nico è cresciuto. E’ eccezionalmente veloce e devo alzare anche la mia asticella. Non so come farò ma ho questo obiettivo adesso”, ha concluso Lewis Hamilton.

    556

    PIÙ POPOLARI