F1 2016, Hamilton ha paura: “Ecco perché Rosberg mi ha battuto”

Formula 1: Hamilton spiega come mai Rosberg è riuscito a batterlo con regolarità a fine 2015 e teme che nel 2016 la cosa possa ripetersi. Intanto Wolff minaccia di separare i due se ci saranno ancora tensioni nel team Mercedes

da , il

    Lewis Hamilton fa un’ammissione importante. Il pilota della Mercedes conferma che i successi di Nico Rosberg, nonostante siano avvenuti con disarmante supremazia solo quando il titolo mondiale 2015 di Formula 1 era già stato assegnato allo stesso Hamilton, non sono stati frutto di un suo calo di concentrazione ma di una ben più preoccupante causa tecnica che potrebbe metterlo in crisi anche in vista del campionato di F1 2016.

    Hamilton: “Da Singapore la macchina è cambiata”

    Rosberg sa che per battere Hamilton deve essere sempre perfetto. Hamilton sa che Rosberg è lì in agguato più duro e agguerrito che mai. La stagione 2016 si preannuncia frizzante ed incerta soprattutto se riuscirà ad inserirsi nella lotta anche Vettel con la sua Ferrari. Prevedendo tutto ciò, è con un certo timore che Lewis Hamilton spiega il suo calo di prestazioni registrato a fine 2015:“Non posso dire il problema nel dettaglio ma posso spiegare che il setup della macchina è cambiato molto ultimamente e mi è costato mezzo secondo al giro - si legge su Autosport – fino a Singapore la macchina era fantastica poi il team ha deciso di apportare delle modifiche e nulla è stato più come prima. Evidentemente certe soluzioni hanno favorito lo stile di guida di Nico per cui andrò subito a passare del tempo in fabbrica per iniziare a lavorare sulla vettura del 2016″, ha ammesso il tre volte iridato.

    Hamilton: “Non sono le feste ad avermi distratto”

    Lewis Hamilton potrebbe usare come scusa per le vittorie di Rosberg un suo calo di concentrazione derivato dall’aver vinto il titolo mondiale con largo anticipo. Ma non lo fa. Forse perché ci crede. Forse per difendersi dalle critiche di scarsa professionalità:“Ho sempre pensato solo alle corse e quest’anno è la prima volta che faccio qualche festa perché ho raggiunto un equilibrio nel quale posso pensare a divertirmi ed a correre con tranquillità. Questo campionato è stato il migliore della mia carriera se visto nell’insieme per cui non c’è ragione di cambiare approccio”.

    Hamilton difende Rosberg come compagno

    Nonostante ormai i rapporti tra i due siano ridotti ai minimi termini, Hamilton difende l’accoppiata con Nico Rosberg e risponde così alle “minacce” di Toto Wolff che nei giorni scorsi aveva annunciato l’idea di cambiarne uno dei due qualora ci fosse stata troppe tensione nel box anche nel 2016. “Non siamo mai stati causa di problemi al team ed abbiamo sempre trasmesso positività nella squadra. Con Nico non saremo mai più grandi amici ma sappiamo far andare avanti le cose. E’ impossibile eliminare del tutto i momenti di tensione nello sport ma quest’anno non ci siamo fatti distrarre dato che siamo riusciti ad ottenere 16 vittorie”, ha dichiarato il pilota inglese.

    Hamilton-Rosberg: Wolff minaccia di farne fuori uno

    Toto Wolff è stato drastico:“Abbiamo uno dei due piloti che ogni domenica a fine GP è sempre turbato e nervoso nonostante abbia la possibilità di lottare per vincere. Questa cosa deve finire, perché incide negativamente sul clima e l’armonia dell’intera scuderia”, ha spiegato a motorsport.com. E a chi gli fa notare che c’era da aspettarselo visto l’alto livello dei due:“Abbiamo scelto di avere due piloti molto forti tre anni fa quando il team aveva bisogno di crescere. Ora pensiamo che il miglior assetto per il team possa essere diverso e puntiamo molto sull’avere un bel clima di lavoro. Certe cose ora non ci vanno più bene”, ha ribadito il capo del team Mercedes.