F1 2016, Hamilton “Titolo? Chissà…”, Mercedes teme cedimenti

F1 2016, Hamilton “Titolo? Chissà…”, Mercedes teme cedimenti

    F1 2016, Hamilton “Titolo? Chissà…”, Mercedes teme cedimenti

    E’ un Lewis Hamilton scettico sulle possibilità di vincere il suo quarto titolo mondiale di Formula 1 quello che vedremo in azione nel weekend del Gran Premio di Abu Dhabi 2016. Il pilota della Mercedes sa far bene i conti: a Nico Rosberg basta chiudere al terzo posto in classifica per essere matematicamente certo di scrivere il proprio nome nell’albo d’oro della massima categoria motoristica internazionale. Abu Dhabi, in tal senso, è una pista che tutti ormai ben conoscono e non nasconde grosse insidie se non lo spauracchio di un problema tecnico.

    “Mi trovo in una strana condizione. So che non servirà a nulla fare una grande prestazione, perché il mio destino non è più solo nelle mie mani. Ho perso troppo terreno per strada durante l’anno” , ha ammesso Lewis Hamilton. “Però non posso mollare adesso, dato che non si sa mai cosa può succedere. E’ improbabile ma non impossibile” , ha aggiunto l’inglese della Mercedes gufando un problema tecnico a Nico Rosberg. “A lui è andata molto bene, a differenza mia. La sua macchina è stata molto affidabile in questa stagione per cui sarà dura batterlo. Oltretutto le Red Bull non sono abbastanza veloci per inserirsi nella lotta tra di noi per cui non mi resta che concentrarmi per fare al meglio il mio lavoro e sperare che accada qualcosa di favorevole nel frattempo” , ha concluso Hamilton.

    Lo spauracchio si chiama “problema tecnico”. Un cedimento sulla Mercedes di Nico Rosberg durante il Gran Premio di Abu Dhabi rappresenterebbe un grosso problema. Non solo per il pilota tedesco che vedrebbe sfumare il suo primo titolo mondiale. Ma anche per il marchio della stella a 3 punte. Tutti gli occhi del mondo saranno puntati su di loro e sul duello tra i suoi due piloti. Non sarebbe il massimo ricordarsi della vittoria del titolo mondiale 2016 grazie ad una rottura di una delle due macchine che hanno dominato la stagione. O no? Per queste ragioni, Toto Wolff ha chiesto ai suoi meccanici e tecnici di fare un lavoro perfetto: ”Temo più di tutto i problemi tecnici dato che si tratta di una circostanza che non può del tutto essere esclusa – ha ammesso il manager austriaco – quest’anno, a parte qualche evento sporadico, siamo stati molto solidi. Vedere per la seconda volta negli ultimi 3 anni i nostri due piloti arrivare a giocarsi il titolo all’ultima gara dimostra quanto sia competitiva la nostra squadra. Daremo a tutti e due il massimo supporto e chi alla fine vincerà se lo sarà sicuramente meritato”.

    575

    PIÙ POPOLARI