F1 2016, in Ferrari c’è un problema: “Non capiamo le gomme”

Formula 1 2016: Jock Clear della Ferrari spiega come mai la SF16-H non è riuscita ancora a vincere un Gran Premio quest'anno. La buona notizia è che si sa chi è il colpevole. La brutta è che non sono state trovate soluzioni, per ora...

da , il

    La Ferrari ha un grosso problema da risolvere ora che la stagione 2016 di Formula 1 sta entrando nel vivo: le qualifiche. La SF16-H non riesce a dimostrare il suo grande potenziale in gara poiché penalizzata da qualifiche disputate in affanno. La causa, così come confermato dal’ingegnere Jock Clear, è che a Maranello non sono ancora riusciti a capire come far funzionare al meglio gli pneumatici nel giro secco. La brutta notizia è che, ad oggi, brancolano sempre nel buio.

    Ferrari: problemi di gomme in qualifica condizionano i risultati

    “Da Barcellona abbiamo avuto una brutta sorpresa nell’essere battuti in qualifica dato che la nostra macchina era migliore di quello che si è potuto vedere - ha spiegato Jock Clear ad Auto Motor und Sport – non siamo riusciti a capire come tirare fuori il massimo dagli pneumatici. In gara, poi, eravamo più veloci ma non siamo riusciti a superare le Red Bull”. Il tecnico britannico approdato a Maranello dopo l’esperienza in Mercedes conferma che la causa di tanto affanno sta nelle gomme:“Restano per noi un mistero. Il punto è che abbiamo mille sensori sulla macchina che ci fanno conoscere ogni dettaglio della vettura ma non abbiamo nulla per capire come funzionino gli pneumatici a parte la temperatura e la pressione. Questo rende tutto più difficile dato che non siamo di fronte ad una scienza esatta ma qualcosa che necessita della sensibilità del pilota e del suo ingegnere”. Clear ha, però, smentito che la spiegazione di tanto affanno stia nel fatto che la Ferrari, a differenza dei rivali, non utilizza dei sistemi illegali che fanno cambiare la pressione delle gomme mentre l’auto è in corsa:“Non crediamo a queste storie. Le monoposto dei nostri rivali hanno superato le verifiche tecniche per cui non abbiamo dubbi”.

    Clear: “Ferrari più vicina alla Mercedes comunque”

    Nota positiva della stagione 2016 di Formula 1, sempre secondo Clear, è che la Ferrari ha comunque limato parte del gap che la separa dalla Mercedes:“Loro sono più avanti di noi e più di quanto pensassimo. Ma lo scorso anno lo erano ancora di più. Questo è molto positivo. Siamo certi che le curve prestazionali arriveranno ad incontrarsi ma non sappiamo dire fra quanto”. L’ingegnere di Maranello ricorda anche quanto sia difficile vincere in F1 pur avendo una monoposto molto forte:“Non solo si deve avere del potenziale ma va dimostrato in pista. Basti veder cosa è successo ad Hamilton che ha avuto tanti problemi mentre Rosberg vinceva 4 gare di fila. Noi siamo stati veloci in gara ma abbiamo fatto errori in qualifica”.